Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / LILIANA SEGRE CITTADINA ONORARIA, L’ANPI: «SEGNALE IMPORTANTE»

L’Associazione Nazionale Partigiani plaude al voto favorevole in consiglio

 

FABRIANO, 30 novembre 2019 – Ad una manciata di giorni dal voto favorevole in consiglio comunale (leggi l’articolo), la cittadinanza onoraria conferita alla senatrice a vita Liliana Segre, la sezione “A.Falzetti” dell’Anpi accoglie con favore il passaggio della politica fabrianese.

«Apprendiamo con piacere – scrive il presidente della sezione fabrianese dell’Anpi Giacomo Scortichini – l’approvazione della proposta di conferimento della cittadinanza ordinaria alla senatrice a vita Liliana Segre. Ringraziamo il consigliere comunale Andrea Giombi che ha realizzato e portato avanti questa importantissima istanza. Crediamo fermamente che in un momento storico come il nostro, caratterizzato da un continuo riaffiorare di istanze e pensieri che richiamano e riaffermano quell’estremismo di destra che tanto ha fatto male alla nostra Italia e a tutta l’Europa, questo sia un importantissimo segnale».

«Tutti noi, cittadini fabrianesi – conclude Scortichini – dovremmo essere orgogliosi di ospitare nella nostra città, anche solo idealmente, un fulgido esempio di libertà, democrazia e antifascismo come la senatrice Liliana Segre».

La senatrice a vita, 90enne, è stata  oggetto (negli ultimi mesi) di pesanti insulti e polemiche a seguito dell’istituzione della commissione per il contrasto all’intolleranza, al razzismo, all’antisemitismo e all’istigazione all’odio e alla violenza.

A seguito di questi fatti, è stata disposta la tutela della senatrice, stabilita dal prefetto di Milano Saccone.

(redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.