Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / «Reindustrializzare il sito Indelfab»

Questo l’obiettivo fissato dalla viceministro dello sviluppo economico Alessandra Todde per venire a capo della vertenza Indelfab

FABRIANO, 13 agosto 2021 – «Il Ministero dello Sviluppo Economico è pronto a impegnarsi con l’obiettivo di reindustrializzare il sito Indelfab cercando, grazie anche alle risorse che il Governo e le Regioni Marche e Umbria possono destinare alle aree del Paese maggiormente in difficoltà, di rilanciare concretamente il sito produttivo».

Commenta così la viceministro dello sviluppo economico Alessandra Todde il nuovo passo nel tortuoso cammino della vertenza Indelfab, dopo l’annuncio di altri 6 mesi di cassa integrazione straordinaria (nuova scandeza maggio 2022) e la revoca della mobilità per i lavoratori.

Andreoli immobiliare 01-07-20

Le fa eco la sottosegretaria al lavoro ed alla politiche sociale Rossella Accotto, che osserva: «L’accordo trovato tra le parti sociali riguardo il futuro dei lavoratori ex Indelfab è una ottima notizia perché consente di avvalersi di una proroga di sei mesi della cassa integrazione per cessazione per le aziende che abbiano particolare rilevanza strategica sul territorio».

«La vertenza ex Ardo / Jp / Indelfab è la più difficile tra quelle che hanno colpito Fabriano in questi anni – analizza la consigliera regionale pentastellata Simona Lupini –   il primo colpo inferto dalla crisi a un distretto che per decenni aveva conosciuto solo la crescita, e ora improvvisamente rischiava di tornare agli anni della povertà. Sono stati fatti molti tentativi di gestione di questa crisi industriale e occupazionale, e tante scelte si sono rivelate fallimentari».

Attualmente Indelfab occupa 537 lavoratori: 275 a Fabriano, stabilimento di Santa Maria, e 262 in Umbria, stabilimento di Gaifana

(Redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi