Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / “SPOSTARE FUNZIONI UFFICI WHIRLPOOL IN ALTRI STATI?”, PER I SINDACATI UN ERRORE

FABRIANO, 11 febbraio 2019Sede Whirlpool della città della carta: possibile trasferimento delle funzioni degli uffici finance verso la Polonia. 16 posizioni, per altrettanti dipendenti che si occupano del settore per tutto il mercato Emea.

Per 13 dei 16 dipendenti la scelta si ridurrebe a due opzioni: accettare l’incentivo alla mobilità volontaria o il contratto di solidarietà. per le rimanenti 3 posizioni invece prevista la cancellazione. Immediato il “No” fermo e deciso da parte dei Sindacati, che in una nota ribadisce la necessità dell’”Italia al centro di Emea.

Ricordano il percorso fatto al Mise, con il tavolo che ha ribadito l’importanza dello stivale per la corporation a stelle e strisce. “Nella consapevolezza dell’esistenza di un esubero residuo da gestire derivante all’accordo del 2015 e di una razionalizzazione dei costi di 50 milioni di dollari previsti in EMEA”.

Mostrano però profondi dubbi, ed osservano: “Sbagliato procedere con lo spostamento di funzioni in altri paesi in quanto questa non sarebbe la soluzione dei problemi che la Multinazionale deve affrontare, primo tra tutti come si recuperano le quote di mercato perse e come si raggiungono le vendite necessarie di ciò che si produce”.

“Convocare immediatamente tavolo sindacale”

Questo l’imperativo di Fim, Fiom e Uilm, che chiedono di aprire subito una discussione “Per un confronto che non danneggi i lavoratori ed impoverisca ulteriormente il territorio di Fabriano, nella consapevolezza che questa discussione acquisirà inevitabilmente un carattere di livello nazionale in quanto le ricadute di certe politiche, unilaterali e non condivise, saranno sicuramente su tutta l’area Italia”.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
  • 34
    Shares
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.