Connect with us

Attualità

JESI / BICI ‘USA E GETTA’, FIORISCONO LE DISCARICHE A CIELO APERTO

Lasciate senza sella e abbandonate un po’ ovunque, un fenomeno in crescita

 

JESI, 3 novembre 2019 – Sono sempre di più coloro che, dopo aver rubato una bicicletta, la abbandonano in qualche luogo cittadino. Con una particolare attenzione: sono senza sella. Anche la bici della quale parliamo è seminascosta da alcuni cespugli e si trova a ridosso del muretto di recinzione dell’area prospicente la palestra “Carducci”. A giudicare dalle condizioni generali il velocipede si trova in quel punto da diverse settimane e forse ci rimarrà ancora per molto tempo, fino a quando qualcuno non prenderà un provvedimento di rimozione forzata.

È certamente un fenomeno che in buona parte dipende da furti low cost e poi una volta utilizzati i velocipedi vengono imboscati da qualche. Fino ad oggi il punto privilegiato per nascondere le due ruote era l’area verde di via Castelfidardo prossima a quello che un tempo era in cancello d’entrata allo stabilimento Saffa, scomparso ormai da anni.

Qualche mese fa avevamo segnalato la presenza di una bicicletta in ottimo stato, accostata ad una pianta. In quell’occasione, pochissimi giorni dopo la segnalazione, il velocipede non c’era più, forse prelevato da qualcuno che non si è fatto sfuggire l’occasione di muoversi sulle due ruote. Sullo stesso punto, un po’ di tempo dopo, rinvenimmo una seconda bicicletta, anche questa appoggiata al rigoglioso albero, ma con una caratteristica particolare: quella bici, infatti, era priva di sella ed è forse per questo motivo che ancora e lì. Accostata al solito albero.bici rubate e lasciate all'ex saffa di jesi

(s. b.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.