Connect with us

Cronaca

JESI / Body Shaming, accolta la mozione di Silvia Gregori

L’occasione per riflettere sul fenomeno del bullismo a scuola e sul ruolo dei social

JESI, 1 aprile 2021 – Accolta con grande partecipazione la mozione della consigliera di Forza Italia Silvia Gregori sul body shaming.

L’occasione in Consiglio comunale al fine di «portare alla ribalta il sempre crescente fenomeno del bullismo a scuola», spiega la consigliera.

Andreoli immobiliare 01-07-20

Un fenomeno che non riguarda però solo i giovani: «Il perdurare della pandemia e le conseguenti restrizioni hanno determinato l’intensificazione di nuovi disturbi di natura psicologica negli adulti, quali la depressione, l’ansia, fino ad atti di autolesionismo nei più giovani. Tale condizione sociale ha visto anche l’aumento di casi di aggressività nei confronti delle donne e dei soggetti più deboli, nella maggior parte dei casi con l’intento di recare offesa e umiliazione attraverso la ridicolizzazione della persona (meglio nota, appunto, come body-shaming)».

La mozione ha quindi messo al centro la figura dello psicologo nelle scuole di qualsiasi ordine  grado come prevenzione e supporto alle vittime di queste molestie.

«A fuoco anche la responsabilità dei social che purtroppo diventano casse di risonanza in casi simili, grazie alla condivisione di tanti utenti di certi post e messaggi che arrivano a diventare virali in breve tempo, ponendo il soggetto in correlazione con persone a lui totalmente estranee ma che non lesinano atteggiamenti di disprezzo o ridicolizzazione della persona – conclude la consigliera -. Un vero incubo da cui purtroppo alcuni ragazzi pensano di uscirne solo con la morte».

(e.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi