Connect with us

Attualità

JESI / FONDAZIONE CARISJ, VOLANO PER IL TERRITORIO DI ARTE E CULTURA

Messo a punto un programma di eventi per celebrare i 25 anni di attività

 

JESI, 12 febbraio 2019 – L’imminente inaugurazione della mostra permanente delle opere di scultura realizzate dal Maestro Sergio Tapia Radic, fissata per il pomeriggio di venerdì 15 febbraio, alle ore 18, nei locali di Palazzo Bisaccioni ha fornito l’occasione al Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, Alfio Bassotti, per illustrare le principali manifestazioni celebrative dei 25 anni della Fondazione stessa.

Alcune, com’è noto, sono già avviate da un paio di mesi e stanno riscuotendo consensi sia dagli jesini, così come dai numerosi turisti che, a dispetto delle condizioni di Piazza Colocci, hanno varcato gli accessi di Palazzo Bisaccioni. Ci riferiamo, in particolare, alla mostra di pittura sulla Scuola di S. Lorenzo che ha suscitato grosso interesse da parte di riviste specializzate che le hanno dedicato diversi articoli. Tale mostra, inaugurata il 7 dicembre 2018, resterà aperta fino al prossimo 17 marzo.

Le sculture di Tapia Radic rimarranno a Palazzo Bisaccioni a tempo indeterminato, grazie alla disponibilità del Sindaco del Comune di San Marcello, località dove l’autore (originario del Perù) ha scelto di vivere dopo aver girato molti siti, sia in Italia che all’estero e il cui primo cittadino ha concesso alla Fondazione in comodato d’uso.

L’impegno della Fondazione Carisj non si ferma a questo; considerata la sua vocazione il Consiglio Direttivo ha deciso di continuare a percorrere la strada della diffusione della conoscenza e del godimento della arti visive; non solo le storiche pittura e scultura, ma anche le più moderne espressioni tanto ricercate specialmente dai più giovani.

Nel prossimo mese di marzo, per l’esattezza il giorno 15, è prevista la presentazione della pubblicazione illustrativa dell’attività svolta nei 25 anni di vita della Fondazione Carisj; si tratta, ha spiegato Bassotti, di un volume di circa 350 pagine realizzato dal prof. Fabio Ciceroni.  Tale presentazione avverrà a Palazzo Bisaccioni.

Nel corso degli ultimi mesi dello scorso anno, ed anche in questo periodo, le proprietà immobiliari della Fondazione hanno subito delle trasformazioni che hanno permesso di recuperare ampi locali da destinare ad esposizione e  spazi temporanei di coworking; tra poche settimane, nel mese di aprile, sarà inaugurata una struttura che occuperà sia Palazzo Bisaccioni, così come il complesso di via Francesco di Giorgio Martini. Sempre nel mese di aprile sarà inaugurata la mostra fotografica “Tina Modotti, fotografa e rivoluzionaria”, una donna nata sul finire del 19° secolo e vissuta fino agli anni ’40 del secolo scorso in vari Paesi del Mondo.

Il mese di maggio riserva a soci e appassionati di storia locale un interessante appuntamento; il giorno 24, infatti, a Palazzo Bisaccioni  si parlerà de “Il ruolo delle Fondazioni di origine bancaria tra sviluppo e innovazione”. Relatori di questa sorta di convegno: la Dott.ssa Graziana Carmone, Dirigente Direzione IV, Ufficio V Fondazioni Bancarie MEF, l’avv. Giuseppe Guzzetti, Presidente ACRI (Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio SpA),  il Dott. Marco Ottaviani, Presidente Fondazione
Carifac, il Prof. Francesco Profumo Presidente Fondazione Compagnia di San Paolo.

Vista la sua vocazione a favore delle forme artistiche giovanili, la Fondazione Carisj parteciperà il 21 giugno, alla giornata europea della Musica organizzando, in collaborazione con il Comune, un Concerto al Teatro Pregolesi. Protagonisti dell’evento: l’Orchestra Filarmonica giovanile Marchigiana ed i solisti croati del Magnificat di Gerusalemme. Il concerto sarà replicato il giorno successivo 22 giugno nella chiesa dei Cancelli di Senigallia.

La Fondazione Carisj sarà ancora una volta protagonista della diffusione delle conoscenze nel nostro territorio; nel mese di settembre, infatti, si svolgerà la conferenza con i Comuni del territorio per verifica e l’aggiornamento sull’app “Insieme nella bellezza” esplicativa delle eccellenze territoriali, realizzata dalla Fondazione Carisj” già da molti mesi.

Il mese di ottobre sarà incentrato nella lettura, in particolare ai contenuti librari della Fondazione stessa (circa 2.500) e quelli della Fondazione ospite, Federico II. Per l’occasione sarà organizzato un convegno dibattito che vedrà il prof. Fabio Ciceroni in veste di relatore.

Non mancano, nelle iniziative per celebrare il 25° Anniversario, momenti di riferimento alla religione; ad ottobre, infatti, prenderà il via la “Mostra itinerante su confronto Spiritualità e arte contemporanea in collaborazione con i Musei Diocesani del territorio”. Questa ulteriore manifestazione sarà spalmata tra il mese di ottobre e gennaio 20120.

Per concludere diremo che a dicembre si svolgerà la seconda edizione del premio “Best Value Award” riservato a quelle imprese marchigiane che nell’anno predente sono cresciute in termini di valore.

Tutte questi appuntamenti, queste iniziative, questi momenti culturali fanno parte del cartellone delle principali manifestazioni celebrative per il quarto di secolo della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, ma non saranno certamente le uniche. A tale proposito ricordiamo l’organizzazione dei “laboratori didattici per famiglie il cui prossimo appuntamento è fissato per il 24 febbraio alle ore 16,30 quando, nella sede della Fondazione, genitori e bambini dai 5 agli 8 anni si divertiranno con “Giocando si impara”.

Proseguono anche gli “Incontri in Fondazione”, confronti e proposte su temi d’attualità a Palazzo Bisaccioni. IN questo primo semestre dell’anno saranno tre gli appuntamenti: il 21 febbraio per approfondire il discorso e la conoscenza su “Foibe ed Esodo: una pagina dimenticata”. Un mese dopo, il 21 marzo, il prof. emerito di letteratura latina all’Università di Bari, Accademico dei Lincei, Paolo Fedeli, parlerà di “Ovidio fra tradizione e innovazione”. Finiamo con l’appuntamento dell’11 aprile quando il Dott. Alessandro Marini, direttore generale dell’ASUR Marche  rievocherà “I 40 anni del Sistema Sanitario Nazionale”.

Concludendo, chi fosse interessato a saperne di più, a conoscere i bandi emessi dalla Fondazione (quello sui corsi di lingua cinese che sta riscuotendo notevoli adesioni o il bando per l’assegnazione di spazi temporanei di coworking o altri ancora) o a cercare altre notizie può collegarsi al sito della stessa Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi.

(s. b.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  • 8
    Shares
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.