Connect with us

Cronaca

JESI / IL TAMPONAMENTO IN SUPERSTRADA: UN MORTO E UN FERITO GRAVE (FOTO)

Trasportato in eliambulanza a Torrette, coinvolti tre veicoli. La vittima, un dipendente della Tre Valli Cooperlat

JESI, 7 dicembre 2018 – Il primo provvisorio bilancio del tragico incidente (guarda il video)  di questa mattina intorno alle 10 sulla superstrada Ss76 direzione Fabriano, è al momento di una persona deceduta, una molto grave trasportata in eliambulanza a Torrette e di un altro ferito.

Il tamponamento è avvenuto in prossimità dello svincolo per Jesi Centro e ha coinvolto un autocarro, un furgone e un’autovettura.

Da una prima ricostruzione il conducente del furgone, un 52enne, Andrea Conti, di Castelleone di Suasa, dipendente della Tre Valli Cooperlat di via Piandelmedico, si era fermato per problemi al furgone ed è stato travolto dal sopraggiungere dell’autocarro mentre si apprestava ad esporre il triangolo, un collega a bordo dell’auto era intervenuto per dargli una mano. Quest’ultimo è al “Carlo Urbani” mentre il conducente dell’autocarro, estratto dalle lamiere, è stato trasportato a Torrette.

Sul posto i Vigili del Fuoco, Polizia Stradale e Carabinieri che hanno proceduto ai rilievi. I soccorsi, oltre all’eliambulanza, hanno visto impegnati automedica e ambulanza della Croce Verde.

Il traffico è rimasto interrotto nella direzione del sinistro e le auto sono state fatte defluire, contromano, attraverso la vicina uscita. La Polizia Locale intanto aveva provveduto a bloccarne temporaneamente l’entrata, con prevedibile intasamento veicolare nella zona di Minonna.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Appresa la notizia del tragico incidente nel quale era rimasto coinvolto un proprio dipendente la Tre Valli Cooperlat ha espresso il suo profondo dolore stringendosi alla famiglia.

«Andrea – spiega una nota – era entrato a far parte dell’azienda 5 anni fa, è sempre stato un lavoratore esemplare per dedizione e disponibilità. La sua scomparsa lascia tutti profondamente attoniti e addolorati».

(p.n.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.