Connect with us

Breaking news

L’ATTACCO / Presidio Cgil in tutte le sedi delle Marche

«Queste vicende confermano che la democrazia non è mai acquisita per sempre ma va difesa ogni giorno», solidarietà della Uil

ANCONA, 10 ottobre 2021 – Presidio, questa mattina, davanti alla sede della Cgil di Ancona, dopo i gravi episodi accaduti ieri a Roma.

Un presidio che ha riguardato tutte le sedi delle Camere del Lavoro nelle Marche come nel resto d’Italia. Circa 200 persone, oggi, hanno voluto testimoniare la vicinanza alla Cgil, anche con tanti messaggi di solidarietà

Alla manifestazione, oltre a Marco Bastianelli, segretario generale Cgil Ancona, ha preso la parola anche la presidente Anpi di Ancona, Tamara Ferretti

«E’ stato un duro attacco alla democrazia, un episodio inedito nella storia repubblcana – ha dichiarato Bastianelli –  . E’ il momento  di rafforzare l’impegno antifascista, specie in una fase di cambio generazionale. Queste vicende confermano che la democrazia non è mai acquisita per sempre ma va difesa ogni giorno».

Bastianelli ha ricordato che il «primo impegno  è la manifestazione nazionale di sabato prossimo, insieme a Cisl e Uil,  a Roma, per dire no alla violenza e per difendere la democrazia dagli attacchi di violenti e neofascisti. L’attacco alla Cgil e  al sindacato è l’attacco al lavoro e a tutta la rappresentanza del lavoro come cuore della democrazia.  Chiediamo l’immediato arresto dei responsabili e  lo scioglimento di tutte le formazione neofasciste».

Solidarietà della Uil

La Uil Marche, in una nota «esprime vicinanza e piena solidarietà alla Cgil oggetto di un attacco squadrista in piena regola. Al tempo stesso vogliamo condannare una violenza incommentabile e vergognosa verso la quale però occorre intervenire immediatamente. I violenti non possono trovare spazi all’interno della dialettica democratica. Spetta a tutti i centri di rappresentanza il compito di isolarli, agli organi preposti quello di perseguirli».

«Non ci faremo intimidire e per ribadire l’unità sindacale che contraddistingue la nostra azione, nelle Marche come in tutta Italia, abbiamo deciso di partecipare al presidio di questa mattina davanti alla sede della Cgil».

(Redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi