Connect with us

Eventi & Cultura

MOIE / ALLA FESTA DELL’UNITALSI LA TESTIMONIANZA DI TATI MAKARENA

MOIE, 1 agosto 2018  – «Canto per sentirmi in sintonia con le persone»: la testimonianza della giovane Tati Makarena Severini alla festa dell’associazione Unitalsi organizzata in collaborazione con l’azienda Astralmusic di Castelplanio.

«Cantare è uno scambio con le persone: cerco di trasferire la mia passione, il mio studio e la mia sensibilità» Tati Makarena Severini così ha iniziato la sua testimonianza in piazza Kennedy a Moie, ospite della festa dell’associazione Unitalsi, domenica 22 luglio alle 19,30. In tanti hanno ascoltato le sue parole e la sua esibizione e hanno voluto salutarla o chiederle qualche curiosità sul suo percorso accademico e artistico. La mattina stessa ha conseguito il diploma di musicoterapia ad Assisi ed ha condiviso con i presenti le caratteristiche di questa disciplina ancora poco conosciuta che favorisce la relazione, la comunicazione e l’apprendimento. «Non si finisce mai di imparare ed è per questo che cerco di impiegare al meglio il mio tempo» ha detto ancora l’artista, nata nel 1990 in Cile e residente a Macerata Feltria, con un ricco percorso di studi: diploma al liceo linguistico, laurea magistrale in Pedagogia e Progettazione Educativa e laurea triennale in Sociologia e Servizio Sociale a Urbino. Si è avvicinata alla propedeutica musicale all’età di 4 anni, ha seguito numerosi corsi, partecipato a stage e masterclass, dal 2013 segue studi di canto moderno presso l’Accademia della Voce di Montecatini Terme, prende parte a concorsi, casting ed eventi live con numerosi riconoscimenti artistici tra cui, l’ultimo, il “Premio Speciale per Interpretazione” al Contest Winter 2018 – School of Talents” di Roma.

Il vescovo Diocesano, Mons. Gerardo Rocconi, ha salutato con gioia e con gratitudine Tati e l’ha ringraziata per la sua testimonianza di vita e di fede, incoraggiandola a proseguire nel suo cammino di servizio e di studio. Tati è stata accolta da Giordano Tittarelli di Astralmusic, che ha collaborato per l’organizzazione, ed è stata accompagnata nella sua esibizione da Simone Bottazzo di Castelplanio, il miglior allievo dell’anno di Astralmusic academy, che pochi giorni prima ha conseguito il diploma professionale in pianoforte con il voto di 100/centesimi. Due giovani impegnati che hanno trasformato la loro passione per la musica in strumenti di condivisione.

L’associazione Unitalsi, rappresentata dalla presidente della sottosezione di Jesi Antonia Giordano e tutti i volontari hanno ringraziato Tati e Simone per la loro presenza e si sono augurati di poter organizzare insieme altri momenti o di ascoltarli come artisti in uno dei prossimi pellegrinaggi di Lourdes o di Loreto. I tre giorni di festa in piazza, promossi con la Parrocchia Santa Maria di Moie e con il patrocinio del comune, sono stati occasione di condivisione e di ricordo anche della fondatrice Maria Ridolfi che, dopo aver aiutato tante persone a Moie e aver dato vita al gruppo Unitalsino moiarolo, ha deciso di partire prima per l’Africa e poi per l’Argentina. Nata a Matelica il 17 giugno 1905 è deceduta il 4 ottobre del 1976 in Argentina e le è stata conferita la civica benemerenza alla memoria “Spontini d’Oro” del comune il 26 dicembre 2010. Nell’ambito della manifestazione, una serata è stata dedicata alla formazione: il 20 luglio l’assistente Unitalsi don Gerardo Diglio con una conversazione e testimonianze sul tema “Il sorriso nella relazione di cura”. Sabato 21 luglio al mattino un commovente incontro nella residenza comunale con il sindaco Umberto Domizioli, l’assessore Irene Bini e la nipote di Maria Ridolfi, la dott.ssa Tiziana Tabossi, che ha raccontato del suo recente viaggio in Argentina per il 40° anniversario del centro per l’infanzia voluto dalla zia ed ha consegnato la bandiera in tessuto e un’opera in legno con lo stemma della città di Las Brenas, ricambiando i doni dell’amministrazione comunale.

Le serate del ballo sono state animate da Paolo e Cristina di Trecastelli (Paolo tastiere e voce, Cristina voce solista e Maurizio fisarmonica e pianoforte) e da Francesca e Roberto di Cingoli accompagnati dal loro figlio Riccardo di 16 anni che suona la fisarmonica e le tastiere da quando aveva 8 anni. Domenica 22 luglio alle 18,30 la Santa Messa presieduta dal vescovo Gerardo con il sacramento del battesimo alla piccola Dalia e la consegna di una pergamena alla sorella di assistenza Tullia Grilli, dal 1962 vicina all’Unitalsi, «per il suo appassionato, gioioso e fraterno servizio, per la sua capacità di trovare sempre un posto nell’associazione, in ogni tempo e in ogni situazione».

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Advertisement
loading...
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.