Connect with us

Cronaca

MOIE / Tentato omicidio: «Siamo sgomenti»

L’assessora ai servizi sociali Beatrice Testadiferro: «Che la comunità tuteli i due figli minori della coppia», il sindaco Consoli avvocato dell’imputato: «Lascerò per incompatibilità»

MOIE, 6 ottobre 2021 – La comunità di Moie è sgomenta per il tentato omicidio di una donna di 35 anni avvenuto ieri mattina da parte del marito che ha poi cercato di togliersi la vita.

L’uomo è stato arrestato dai Carabinieri mentre lei è ricoverata in gravissime condizioni all’ospedale di Torrette.

Andreoli immobiliare 01-07-20

«La comunità è sgomenta: è un fatto molto grave – spiega l’assessora ai servizi sociali Beatrice Testadiferro -. Stiamo lavorando al caso: la famiglia non era in carico ai servizi sociali. La nostra preoccupazione principale è per i due figli minorenni della coppia, entrambi sconvolti che, come avviene in questi casi, sono stati affidati al Comune e tramite le forze dell’ordine a un familiare».

L’assessora Beatrice Testadiferro

La speranza è che da Torrette arrivino buone notizie sulle condizioni della giovane donna 35enne, la mamma.

«Speriamo di avere rassicurazioni sul suo stato di salute, soprattutto per i figli. Lei ieri era in clinica chirurgica per l’intervento. Mi auguro che la comunità di Moie tuteli questi due bambini».

Al Sindaco Tiziano Consoli, avvocato, rappresenta la difesa del marito 47enne di origini tunisine, imputato di tentato omicidio.

Il sindaco Tiziano Consoli

«Incarico che lascerò per incompatibilità – spiega il primo cittadino -. L’uomo è stato tradotto a Montacuto ed è fuori pericolo: solo dei tagli al collo e all’addome. Parliamo di una famiglia normale che non destava alcun sospetto, integrata. Lavoratori entrambi, con i figli regolarmente a scuola. La questione è oggetto di valutazione e non posso fornire ulteriori dettagli. Però non c’erano grandi problemi di sorta».

Eleonora Dottori

Marco Pigliapoco

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche

Condividi