Connect with us
About home s.r.l.

Rubriche

Nuova riforma fiscale – cosa potrebbe cambiare per le partite IVA in regime forfettario?

Nuova riforma fiscale - cosa potrebbe cambiare per le partite IVA in regime forfettario?

Il Governo Draghi da tempo è al lavoro per la nuova riforma fiscale in vista del 2023, che dovrebbe interessare principalmente le partite IVA.

La partita si gioca su diversi piani. Da una parte c’è la necessità di garantire maggiore trasparenza, legalità ed emersione di denaro.

In sostanza è necessario rafforzare le misure contro l’evasione fiscale, che ogni anno determina danni incalcolabili per le finanze dello Stato.

D’altra parte bisogna trovare più sostegni alle imprese ed alle famiglie che, dopo i durissimi anni del Covid-19, stanno facendo i conti con i rincari causati dalla guerra in Ucraina.

Cosa cambia per le Partite IVA

Come specificato le partite IVA sono particolarmente interessate dalle misure previste, cosa potrebbe cambiare per loro?

Secondo voci di corridoio, le nuove misure relative alla riforma fiscale prevista per il 2023 dal Governo Draghi dovrebbero riguardare le partite IVA che rientrano nel regime forfettario.

Proprio perché è quello passibile delle principali novità e cambiamenti, vale la pena leggere un articolo di approfondimento ben strutturato sul regime forfettario, una guida completa per avere una panoramica più ampia.

Le soglie del regime forfettario

Le novità potrebbero riguardare la soglia del regime forfettario, per la quale al momento è prevista una tassazione agevolata compresa tra il 5 ed il 15% per chi può vantare ricavi entro i 65.000 euro all’anno.

Stando alle regole attuali, i titolari di partita IVA che superano questa soglia passano automaticamente dal regime forfettario a quello ordinario.

Tuttavia, con la nuova misura di cui si discute ancora, chi supera i 65.000 euro non passerebbe in automatico al regime ordinario di partita IVA, ma potrebbe beneficiare per altri due anni dell’imposta agevolata al 15%.

Una misura che renderebbe il passaggio più morbido dal forfettario al regime ordinario per le partite IVA, che potrebbero quindi conseguire ulteriori ricavi ed utili.

Le aliquote Irpef

Tale misura potrebbe quindi affiancarsi alla revisione delle aliquote Irpef, già definite, che sono passate da 5 a 4.

Per la precisione sono:

  • 23% per i redditi fino a 15.000 euro;
  • 25% per i redditi tra 15.000 e 28.000 euro;
  • 35% per i redditi tra 28.000 e 50.000 euro;
  • 43% per i redditi oltre i 50.000 euro.
La nuova riforma fiscale - cosa potrebbe cambiare per le partite IVA in regime forfettario?

Non va dimenticato, infine, che dal primo luglio 2022 scatta l’obbligatorietà della fatturazione elettronica per le partite IVA in regime forfettario.

Tutte le partite IVA che applicano la flat tax al 15%, ed al 5% per i primi 5 anni, devono quindi emettere la fattura elettronica.

Restano però esclusi dalla misura, fino al 31 dicembre 2023 i soggetti che hanno una soglia di ricavi inferiore ai 25.000 euro annui.

Questa misura è finalizzata a ridurre l’evasione fiscale, ma anche ad ottimizzare la produttività aziendale e limitare gli sprechi, grazie ad uno snellimento dei processi relativi all’attività fiscale e contabile ed un utilizzo più intelligente di carta e di altre risorse.

Condividi
  
    
Continua a leggere

news

Calcio2 minuti fa

Eccellenza / Atletico Ascoli – Jesina, finale play off Eccellenza Marche

In queste ore si sta valutando la possibilità di trovare una sede di gara più adeguata per accogliere i tifosi....

Breaking news20 minuti fa

Covid-19 / Anche oggi nessun decesso e calano i ricoveri

Torna a crescere il numero dei pazienti in osservazione nei pronto soccorso regionali Ancona, 19 maggio 2022 –Nelle Marche ricoveri...

Basket2 ore fa

Basket serie B / Aurora basket, domani gara3 play out

Si gioca a Civitanova alle 21. Gara4 domencia sempre al Palarisorgimento alle 18,30. Un gruppo di tifosi hanno scritto alla...

Cronaca4 ore fa

Jesi / Marialuisa Quaglieri, per lei anche il ruolo di vice Sindaco

Confermate dal candidato a primo cittadino Matteo Marasca le deleghe attuali come assessora alla Sanità e ai Servizi sociali in...

Attualità4 ore fa

Falconara / Screening del cuore, monsignor Angelo Spina visita la Pinacoteca

Per l’occasione Roberto Bucciarelli ha donato un’opera della moglie, la compianta pittrice Patrizia Tosti Falconara, 19 maggio 2022 – Anche...

Calcio4 ore fa

Calcio / Prima e Seconda Categoria: le partite e gli arbitri di sabato 21 maggio

Ultimi 180 minuti di campionato: in prima categoria nessun verdetto certo. In Seconda la penultima giornata potrebbe essere quella giusta...

Cingoli5 ore fa

Pallamano / Cingoli, Final Six: buona la prima

Battuto Malo 27-26 con il gol a 21”dalla fine del capitano Diego Strappini. I ragazzi di Palazzi di nuovo in...

Bassa Vallesina5 ore fa

Falconara / Frontale sulla Variante, donna a Torrette con l’eliambulanza

Rimasta incastrata tra le lamiere é stata soccorsa, dopo l’impatto dell’auto con un autoarticolato, dai Vigili del fuoco e dalla...

Breaking news5 ore fa

Covid-19 / Nelle Marche 946 positivi, 274 in provincia di Ancona

L’incidenza ancora in calo, oggi a 445,21 Ancona, 19 Maggio 2022 – Nelle Marche 946 positivi, 274 in provincia di...

Cronaca5 ore fa

Monsano / Tamponamento a tre sulla Provinciale, traffico in tilt

Un ferito trasportato al pronto soccorso dall’ambulanza della Croce Verde: sul posto la Polizia locale e i Carabinieri Monsano, 19...

Meteo Marche