JESI / ALMENO DUE COLPI AL GIORNO, PIÙ PATTUGLIE PER CONTRASTARE LA CRIMINALITÀ

Nell’ultima settimana si sono registrati ben dieci tentativi di furti in abitazioni

 

 

JESI, 13 giugno 2018 – Come già ampiamente noto, dallo scorso 7 giugno il comando Compagnia Carabinieri di Jesi ha un nuovo responsabile; il Capitano Simone Vergari è subentrato al Mag. Benedetto Iurlaro destinato ad altro incarico a Macerata. Originario di Gubbio, il nuovo comandate di Compagnia ha alle spalle un passato ricco di successi, certificati dai numerosi riconoscimenti che l’Arma gli ha tributato. Questa mattina il Capitano ha voluto incontrare la stampa locale alla quale ha illustrato quelli che saranno i comportamenti futuri. Grande esperto in investigazioni, qualità che anche recentemente lo ha portato a compiere arresti di personaggio della malavita campana, ammette la notevole differenza tra la criminalità delle regioni del sud (i suoi impegni del recente passato hanno interessato le zone di Nola, Napoli ed il napoletano come Castello di Cisterna e, precedentemente Bari, Palermo, ecc.). Questo, però, non significa che nella nostra zona il crimine non ci sia; è un crimine diverso che tuttavia incide sulla sicurezza del cittadino. Che la zona non sia un’oasi di legalità lo dimostra il fatto che nell’ultima settimana, a Jesi, si sono registrati ben dieci tentativi di furti in abitazioni, un paio dei quali portati a termine. Non ci troviamo di furti di grande valore, dice il Capitano, il più importante ha raggiunto un valore di 100 euro.

Colloquiando con la stampa il nuovo comandante ha evidenziato la necessità di incrementare in città e sul territorio di competenza della Compagnia Carabinieri gli impianti di videosorveglianza, visto che la media dei furti in Vallesina si sta attestando tra 1 e 2 colpi al giorno. A partire dal prossimo 1° luglio il neo comandante disporrà di un incremento della pattuglie che presidieranno il territorio, sia a scopo di prevenire eventuali reati ai danni di aziende o cittadini, così come deterrente nei confronti dei malintenzionati.  Una attenzione speciale sarà rivolta agli anziani, vittime, spesso, di truffe portate a termine da gente che si finge di tutto, da amico di un parente lontano della vittima, a funzionario pubblico (Carabinieri, Poliziotti, agente del fisco, ecc.).

Il Cap. Vergari ha poi lanciato, tramite i rappresentanti della stampa, un particolare allarme in questo periodo in cui gran parte della popolazione va o sta per andare in vacanza. Proprio in estate e nei periodi di ricorrenze particolari (Natale, Pasqua, feste o manifestazioni locali, ecc.) la malavita è capace di mettere a segno colpi all’interno delle abitazioni lasciate vuote dagli occupanti, i quali si stanno godendo il riposo al mare o in montagna. In questi casi, per esperienza, i malviventi entrano in azione tra le 10 e le 15.

Passando all’attualità il Capitano ha anticipato che proprio ieri ha dato esecuzione ad una richiesta da parte dei suoi superiori che disponevano una misura cautelare in carcere.

Un incontro molto utile per confermare quel clima di collaborazione tra stampa e Arma, nel rispetto dei rispettivi ruoli.

Sedulio Brazzini

sedulio.brazzini@qdmnotizie.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annibaldi & Pandolfi Onranze funebri - Casa del Commiato

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.