Connect with us

Attualità

CASTELPLANIO / “Volti di speranza”, le donne dell’amore e del perdono

Spettacolo teatrale in programma domani, domenica 13 settembre, alla sala comunale polivalente “Pittori”: letture, musica e danza

CASTELPLANIO, 12 settembre 2020 – La donna è donatrice e mediatrice di pace. In ogni angolo del mondo la vita, generata e amata dal grembo materno, è carica di vitalità e generatrice di futuro.

Mary, Gaby, Maritza, Truc Lay, donne forti, offese, violentate,… sono state capaci di ricucire le relazioni con il filo rosso dell’amore e del perdono.

Dalle prove della vita hanno tratto la forza di dare un volto di speranza alle generazioni più giovani.

Volti di speranza Volti di speranza Volti di speranza Volti di speranza Volti di speranza Volti di speranza Volti di speranza Volti di speranza 04EE5603-A4C1-4AE9-A51E-C7C8CB7EA92E 20200910_230029 20200910_212837 20200910_213609 20200910_213600
<
>
Le prove alla sala comunale polivalente

È questo il tema dello spettacolo teatrale  tratto da storie vere in programma domani, domenica 13 settembre, ore 17.30, alla sala comunale polivalente “Luciano Pittori”, a cura del centro di spiritualità Sul Monte e della parrocchia di San Sebastiano.

Lettrici: Flora e Rosita Carrozzo, Cristina Corsini.
Patrizia Balducci e Maria Sole Fagioli canteranno la gioia dell’essere sorelle e amanti della vita.
Michele Luminari accompagnerà i diversi momenti dello spettacolo con il suo sax e Noemi Donati con passi di danza.

L’invito è rivolto a tutti, giovani e adulti, ingresso libero ma è necessaria la prenotazione al 335 701 36 47 e indossare la mascherina.

Lo spettacolo doveva essere presentato a Jesi i primi di marzo, prima del lockdown. Domenica 13 settembre viene offerto in occasione della festa annuale del Crocifisso.

Anna Maria Vissani

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Meteo Marche