Connect with us

Attualità

CINGOLI / Festa di Sant’Esuperanzio nel ricordo dei deceduti durante la pandemia

Andreoli immobiliare 01-07-20

La messa al cimitero presieduta dal vescovo Marconi e il concerto in Collegiata saranno gli unici eventi della tradizionale ricorrenza del Patrono

CINGOLI, 21 luglio 2020Sarà una festa di Sant’Esuperanzio notevolmente ridimensionata quella del prossimo weekend, all’insegna del ricordo delle persone decedute nel periodo del Covid-19.

Nella classica quattro giorni da giovedì 23 a domenica 26 luglio, infatti, nel quartiere della Collegiata del Santo Patrono di Cingoli di solito sono previste grandi celebrazioni, con stand gastronomici e concerti dal vivo. L’emergenza sanitaria, tuttavia, ha limitato gli eventi alle sole celebrazioni religose, ad eccezione di un concerto dedicato alle persone scomparse sul “Balcone” nel periodo della pandemia.

La tradizionale ricorrenza

L’urna dove sono contenuti i resti di Sant’Esuperanzio

Dal 1777, la quarta domenica di luglio è dedicata al ricordo di Sant’Esuperanzio, patrono di Cingoli e del Comune pesarese di Montefelcino, gemellato con la città Balcone delle Marche. Il santo è celebrato anche in inverno il 24 gennaio, mentre le date estive variano in base al calendario.

Il coronavirus quest’anno ha imposto serie limitazioni all’Associazione patronale.

«L’emergenza sanitaria – spiega il segretario Giovanni Sbergamo – ha imposto notevoli ristrettezze sul normale svolgimento delle iniziative, così abbiamo deciso di relegarle ai soli appuntamenti religiosi, anch’essi ridotti al minimo».

Il programma religioso e il ricordo delle persone scomparse

Il programma completo della Festa di Sant’Esuperanzio

La festa si aprirà giovedì 23 luglio con la prima celebrazione del triduo nella Collegiata di Sant’Esuperanzio delle ore 19, preceduta dalla recita del rosario. Tutte le messe fino a domenica saranno celebrate esclusivamente nella chiesa del Santo Patrono, ad eccezione della funzione della Prima Comunione di sabato 25 luglio nella location del Cristo delle Marche.

La giornata di domenica 26 sarà dedicata al ricordo dei defunti nel Comune di Cingoli nel periodo della pandemia.

«Il consiglio direttivo dell’Associazione Sant’Esuperanzio e la parrocchia di Santa Maria Assunta  – continua Sbergamo –  hanno deciso di dare alla festa un significato ancora più profondo, per dare a tutti coloro che non hanno potuto avere la celebrazione liturgica del funerale nel periodo della pandemia il conforto di un saluto, un ultimo abbraccio familiare, collettivo e comunitario».

Saranno due gli appuntamenti principali  in cui saranno ricordate le vittime del contagio. Alle ore 18.30 il vescovo mons. Nazzareno Marconi celebrerà la solenne liturgia eucaristica al cimitero di Cingoli, mentre alle 21.15 ci sarà un concerto di musica classica con gli artisti Serena Cavalletti al violino e Marco Monina alla chitarra. Ci sarà anche la santa messa solenne alle 10.30 nella Collegiata di Sant’Esuperanzio.

La locandina del Concerto in onore dei defunti del Comune di Cingoli nel periodo della pandemia

«Alla ricorrenza patronale – dichiara Sbergamo – ha dato il suo sostegno anche l’Amministrazione comunale con il patrocinio, esprimendo soddisfazione per la sensibilità dimostrata dal direttivo. La notizia si sta diffondendo tra la popolazione e molti sono i commenti positivi che stanno giungendo per la scelta effettuata, apprezzando l’idea di ricordare tanti concittadini che ci hanno lasciato».

L’ingresso in chiesa per tutte le celebrazioni e l’evento collegato sarà consentito fino a esaurimento dei posti disponibili, nel rispetto delle misure di contenimento e distanziamento interpersonale.

Il ricordo di mons. Adriano Pennacchioni

Un ultimo appuntamento ci sarà, infine, domenica 2 agosto, sempre nella Collegiata, quando nella celebrazione delle 10.30 sarà ricordata la figura di mons. Adriano Pennacchioni indimenticato priore di Sant’ Esuperanzio dal 1967 al 1994, nel ventiseiesimo anniversario della scomparsa. Saranno anche ricordati tutti i sacerdoti di Cingoli deceduti negli ultimi cinquant’anni.

Giacomo Grasselli

[email protected]

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  
    

news

Cronaca5 ore fa

Jesi / Brucia il computer, ci vogliono i Vigili del Fuoco

Intervento della squadra cittadina nella serata di ieri, nessuna persona coinvolta ma danni di Redazione Jesi, 2 febbraio 2023 –...

Bassa Vallesina5 ore fa

Falconara / Incidente all’Api, tanto fumo ma nessun danno a persone e cose

Una quantità di combustibile era trafilata da una valvola, situazione prontamente risolta dal personale interno della raffineria, addestrato per far...

Attualità6 ore fa

Sanità / Medici di famiglia, i dottori Gagliardini ed Ercolino a Cingoli e Filottrano

Lo ha comunicato l’assessore Filippo Saltamartini dopo il confronto avuto con la Direzione dell’Ast Ancona e con il Distretto competente...

Attualità8 ore fa

Provincia / Open day per il rinnovo dei passaporti

Le date delle aperture straordinarie nei Commissariati di Jesi, Fabriano, Senigallia e Osimo, con accesso libero e senza prenotazione in...

Alta Vallesina10 ore fa

Fabriano / Subaffitto Agricom, l’interpellanza di Fabriano Progressista

Torna d’attualità la questione dell’azienda agraria comunale Fabriano, 2 febbraio 2023 – Premesso che con delibera di giunta del 21/03/2022...

Eventi11 ore fa

Montecarotto / A teatro una rassegna da “perdere la testa”

Dal 17 febbraio i quattro appuntamenti tra “amore e follia”, a chiudere il calendario lo spettacolo di “Malati di niente”...

carabinieri stazione sassoferrato carabinieri stazione sassoferrato
Alta Vallesina12 ore fa

Sassoferrato / Compra un Apple Watch online ma viene truffato

Denunciato un 40enne residente nella provincia di Fermo per truffa di Redazione Sassoferrato, 2 febbraio 2023 – I Carabinieri hanno...

Alta Vallesina13 ore fa

Fabriano / Ambito 10, ecco il registro assistenti familiari

Il Registro Assistenti Familiari: uno strumento in più per favorire le famiglie e aiutare lavoratori e lavoratrici del settore di...

Attualità18 ore fa

Tradizioni / Dopo i Giorni della Merla ecco Candelora: «Dell’inverno semo fora?»

Un’altra ricorrenza della tradizione popolare che cade oggi 2 febbraio e sancisce la fine o il prosieguo dell’inverno di Cristiana...

Primo piano18 ore fa

L’intervista / Roberto Mancini: «Marche regione da podio, Jesi sul gradino più alto»

«Spero davvero che tra qualche tempo sia Ancona che Ascoli possano tornare in serie A, sarebbe un bel traguardo per...

Meteo Marche