Connect with us

Cronaca

CUPRA MONTANA / ERANO ENTRATI IN CASA, DONNA-CORAGGIO SCACCIA I LADRI E LI INSEGUE

I ladri erano sono entrati in una delle abitazioni della frazione

I ladri sono entrati in una delle abitazioni della frazione

CUPRA MONTANA, 29 agosto 2015 – Affronta i ladri a viso aperto e li mette in fuga. Ieri sera (28

E' allarme sicurezza. Alcuni giorni fa la rapina al bancomat della Carifac

E’ allarme sicurezza. Alcuni giorni fa la rapina al bancomat della Carifac

agosto), intorno alle 22,30, in un’abitazione della frazione Esinante, tre delinquenti, approfittando dell’oscurità e del fatto che in quel momento non c’era nessuno in casa, hanno forzato una finestra per entrare e fare razzia di denaro e oggetti preziosi. Ma non hanno tenuto conto dell’allarme che è scattato immediatamente, collegato ai telefonini dei proprietari. Ad intercettare per prima il segnale è stata una giovane donna che si è subito precipitata sul posto. Al suo arrivo si è trovata di fronte a pochi metri tre persone intente nel cortile a forzare l’armadietto blindato contenente alcuni fucili da caccia (regolarmente denunciati) di proprietà del padre, cacciatore da una vita. I ladri avevano gettato la cassaforte, dal peso di oltre un quintale, dal primo piano dello stabile, pensando che forse con la caduta la blindatura avrebbe ceduto.
Per nulla spaventata, la giovane ha puntato contro di loro i fari dell’auto e, facendo rombare il motore, ha proceduto senza indugi verso i tre. Un’operazione che ha sorpreso e intimorito i malviventi, i quali visto che ormai erano stati scoperti, sono subito saliti a bordo di un’Alfa 147 per darsi alla fuga. Ma non avevano fatto i conti con la stoffa della donna che a sua volta, non contenta di averli allontanati, si è messa alle loro calcagna dopo aver dato l’allarme alle forze dell’ordine. Soltanto grazie ad una spericolata manovra, i tre soggetti riuscivano a depistare la signora, dirigendosi immediatamente verso la vicina superstrada 76. Intanto nella zona dell’Esinante i Carabinieri, giunti con diverse pattuglie, acquisivano elementi utili per risalire agli autori del furto.
L’allarme e la tempestività della donna non hanno permesso ai tre sconosciuti di portare a termine il furto ma adesso in paese c’è davvero preoccupazione. Questo episodio avviene a pochi giorni di distanza dalla rapina di 30 mila euro ai danni del bancomat della Carifac in pieno centro storico. Per scardinare la cassa continua i rapinatori hanno usato gas acetilene che ha provocato un’esplosione udita in tutto il perimetro medioevale cuprense.
(redazione)

foto Enrico Spinaci

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.