Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / Il Sindaco promette una sede prestigiosa per il Palio

Una parte di Palazzo Chiavelli sarà destinata all’ente promotore, alle Porte e agli Infioratori

 

Le torri campanarie illuminate per il Palio

FABRIANO, 24 giugno 2020 – Dopo i campanili anche i luoghi pubblici rendono omaggio al Palio. Anche la passeggiata coperta del Loggiato di San Francesco è stata illuminata con i colori delle Porte. Un ulteriore messaggio di forte attaccamento alla tradizione, al valore dell’evento, alla passione e all’entusiasmo con i quali i contradaioli partecipano attivamente alla manifestazione.

Lo stesso primo cittadino sottolinea questo aspetto: «Il Palio va al di là del Palio. Il Palio in questi 26 anni ha aiutato a fare comunità, a formare legami tra le persone e a rinforzarne altri. Il Palio è socialità, molte persone si sono conosciute grazie alle attività delle Porte e sono nate amicizie che durano nel tempo. Il Palio è senso di appartenenza non solo alla Porta ma alla città perché animare il Palio, partecipare all’organizzazione, collaborare in una delle tante attività, significa dedicare tempo alla città, mettere il proprio tassello o, meglio ancora, il proprio petalo, per far sì che tutto riesca per il meglio. Il Palio è sacrificio che però viene sempre ripagato da tante soddisfazioni. A volte porta amarezza e qui il Palio insegna a non mollare e a riprovarci con più energia. Il Palio è condivisione, è passione, è voglia di stare insieme. Il Palio unisce le generazioni riuscendo ogni anno a coinvolgere i più giovani. L’importanza del Palio va oltre il Palio. Ci ha stimolato ad andare alla ricerca delle nostre radici consentendoci di riscoprire una storia straordinaria. Ci ha fatto riavvicinare al nostro Patrono e ci ha spinto a recuperare vecchie tradizioni. Anche quest’anno l’Ente Palio e le 4 Porte hanno voluto essere presenti per dare un segnale di speranza e il Palio è anche questo».

Ma Gabriele Santarelli tira fuori dal suo cilindro un nuovo progetto e strizza l’occhio all’ente organizzatore: «Per tutti questi motivi e per molti altri ancora mi piacerebbe che il Palio trovasse una casa degna e in grado di farlo crescere. Per tutti questi motivi penso che una parte di Palazzo Chiavelli, una volta recuperato, sia giusto che venga destinata ad accogliere le sedi delle 4 porte, dell’Ente Palio e degli infioratori. Di questo spero ci sarà tempo di parlarne».

(red.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.