Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / PUNTO NASCITA, NUOVO ROUND CERISCIOLI – SANTARELLI

Punto nascita, deroghe e concorsi

 

FABRIANO, 30 agosto 2018 – Nuovo duello a distanza tra il Presidente della Regione Marche Ceriscioli ed il Sindaco Santarelli. Nella giornata di ieri il Presidente ha infatti replicato al primo cittadino dopo che quest’ultimo aveva (attraverso una diretta facebook, replicata poi nei contenuti durante la commissione per trovare la quadra al documento sulla sanità del comune di Fabriano) aveva parlato di una richiesta di deroga regionale per il punto nascita “Senza la possibilità di poterla ottenere”.

Sempre nella diretta Facebook Santarelli aveva proseguito osservando che  “La Regione ha in mano la situazione, la Regione può fare le assunzioni. Ora faccia i passi necessari e garantisca il personale necessario per ribadire quello che ha più volte affermato: ovvero che il Punto Nascita di Fabriano è strategico per l’entroterra. Cosa che noi abbiamo sempre sostenuto”.

Luca Ceriscioli

La replica di Ceriscioli non si è fatta attendere, e nel tardo pomeriggio di ieri ecco arrivare un comunicato firmato dal Presidente. “La Regione Marche è in prima linea per risolvere la questione pediatri a Fabriano. La richiesta fatta al Ministero è legittima e la ricerca del personale è una priorità. Per l’Area vasta 2, negli ultimi tre anni, sono stati espletati due concorsi a tempo indeterminato rispettivamente con 15 e 9 pediatri collocati in graduatoria. Di tutti questi 7 hanno accettato e sono stati assegnati alla pediatria di Fabriano, (2 hanno dato le dimissioni, 2 si sono trasferiti , 1 assente per aspettativa). Sono state altresì conclusi anche 3 avvisi a tempo determinato rispettivamente con 3, 2 ,0 pediatri che hanno partecipato, di questi ne sono stati assunti per Fabriano 2 che successivamente sono diventati, con le procedure concorsuali, a tempo indeterminato”.

Ricorda poi carenza delle figure mediche specialistiche Ceriscioli, osservando che i posti resi disponibili per le scuole di specializzazione sono complessivamente circa 6.500 l’anno, a fronte di 8.500 necessari secondo stime regionali. A mancare sono soprattutto pediatri, medici di pronto soccorso, chirurghi, ginecologi e anestesisti, si legge nel comunicato. “Sono queste le ragioni per le quali si rende necessaria la deroga del ministro e la motivazione sui pediatri, criticità ampiamente nota al ministero, è assolutamente strumentale” prosegue il Presidente.

La proposta

Arriva poi, quasi a sorpresa, la proposta del Presidente: quella di delegare il Sindaco Santarelli per l’espletamento di un ulteriore concorso per l’assunzione di pediatri a tempo indeterminato. Una mossa, spiega Ceriscioli “A dimostrazione della nostra buona fede e chiara volontà di mantenere il punto nascita”.

Poi l’affondo: “Mentre riflette sulla proposta invito il sindaco a attivarsi per ottenere dal ministero la necessaria deroga”.

Pronta, anzi prontissima, la controreplica del Sindaco. Attraverso un post sul social network americano, l’affondo. “Mi vengono tante risposte tra le quali la non risposta che forse sarebbe la cosa migliore perché il tema è talmente serio che rimango senza parole. Mi sembra un misto di mancanza di rispetto per il ruolo del Presidente di Regione, del ruolo di Assessore alla sanità, per il ruolo del Direttore di Area Vasta, del ruolo del Sindaco – osserva – mi pare anche un’offesa all’immagine della nostra regione e di tutti i suoi cittadini. Una resa incondizionata, una ammissione di impotenza o forse di incapacità. Ogni commento è superfluo. Questa affermazione, spero provocatoria, risponde a tante domande.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.