Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / VERTENZA JP: IL 20 DICEMBRE AL MISE PER LA PROROGA DELLA CASSA INTEGRAZIONE

Una possibile proroga per quasi 600 lavoratori tra Marche ed Umbria

 

FABRIANO, 11 dicembre 2019 – Ora c’è la data: il 20 dicembre alle 11 l’incontro al Mise per discutere del rinnovo della cassa integrazione per i circa 600 lavoratori della JP Industries.

Un incontro che arriva a pochi giorni dalla fine del 2019 e dalla fine della cassa integrazione (per il 2019) per i circa 600 lavoratori JP tra Fabriano ed Umbria.

La proroga della CIGS per l’anno attualmente in corso arrivò dopo le festività natalizie (con firma il 10 gennaio 2019, leggi l’articolo). A siglarlo, oltre al ministero, la proprietà, i sindacati e le Regioni Umbria e Marche.

Da sottolineare anche l’imminente scadenza degli ammortizzatori, con la data del 31 dicembre 2019 cerchiata in rosso degli oltre 600 lavoratori tra Marche ed Umbria che attendono risposte.

In più di una occasione la Fiom ha ricordato che «L’unica strada percorribile è quella di ammortizzatori sociali conservativi in continuità con gli strumenti utilizzati fino ad oggi».

Al tempo stesso però Pullini e Beldomenico (rispettivamente responsabile del territorio di Fabriano e Segretario Generale delle Marche) osservano che qualsiasi soluzione alla vertenza «Non dovrà mettere in competizione tra loro le lavoratrici ed i lavoratori», sottolineando la necessità del mantenimento di tutti i livelli occupazionali e la sostenibilità sociale dell’eventuale piano aziendale.

Attorno ad un tavolo proprietà, sigle sindacali, istituzioni locali e ministero.

(redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.