Connect with us

Rubriche

Il successo dei social network

Il successo dei social network

Punto d’incontro tra persone, ecco il successo dei Social network.

Da qualche anno ormai si fa un gran parlare dei social network, piattaforme online che fungono da agglomerante di notizie, curiosità, foto e contenuti vari, ma anche e soprattutto da punto d’incontro tra persone.

La comunicazione tra individui è notoriamente un punto importante nello sviluppo dell’uomo e delle relazioni, ma grazie ai social è stato fatto un altro passo avanti, o indietro per alcuni, in come queste effettivamente avvengono.

Se il grande successo mediatico, ad esempio, di serie tv come La Casa di Carta hanno riportato in auge la famosa canzone partigiana Bella Ciao, grazie soprattutto al tam tam avvenuto proprio sui social, non è da stupirsi che si parli di un vero e proprio nuovo mondo.

Ovviamente le polemiche ci sono sempre, soprattutto quando certi canali vengono sfruttati in maniera completamente errata o con le motivazioni sbagliate.

Dai primi passi fatti dai social network, con i forum prima e gli ormai sorpassati blog poi, ci siamo trovati per le mani tantissimi siti diversi, capaci di incanalare differenti tipologie di informazione attraverso i più disparati mezzi di comunicazione.

I più famosi social network

Se ad esempio YouTube si focalizza notoriamente sui contenuti video, il primo vero social network per eccellenza è sicuramente Facebook, pur con i suoi difetti.

Il grande uso dei dispositivi mobili ha reso famosi anche altri social, che si basano più su comunicazioni rapide e concise, sia a mezzo di brevi testi, come Twitter, che attraverso le più incisive immagini, come ad esempio Instagram e Pinterest.

Oggi con il telefono possiamo fare praticamente tutto: dal tentare la fortuna giocando al migliore casinò italiano fino all’attivare il riscaldamento a casa, dall’ufficio, quindi la condivisione è stato un passaggio quasi obbligato, naturale.

L’immediatezza dei social network nel condividere pensieri ed esperienze è quello che li ha resi così famosi e utilizzati.

In un mondo in cui le distanze si sono virtualmente accorciate è diventato essenziale poter condividere ciò che succede durante il giorno anche con le persone che non sono magari con noi fisicamente, ma che sono interessate a sapere come stiamo, cosa facciamo.

Anche se spesso ci troviamo davanti a un utilizzo un po’ ossessivo dello strumento dei social o di internet e delle app di messaggistica in generale, è innegabile come questo bisogno di comunicare sia sempre più forte.

Alcuni potrebbero contestare il fatto che, oramai, la condivisione di contenuti è diventata quasi ossessiva, rendendo più importante immortalare un’esperienza, piuttosto che viverla.

Gli utenti dei social network

Secondo lo studio condotto da We Are Social, su una popolazione che supera i 7 miliardi, sono quasi 4 miliardi gli utenti nel mondo che sono attivi sui social network.

Si tratta di numeri davvero alti, anche considerando il cosiddetto digital divide, ossia un’esclusione di alcune fasce di popolazione a causa delle condizioni economiche, della qualità delle infrastrutture o anche, purtroppo, differenze di età e sesso.

Facebook e Youtube i social più utilizzati

Parlando del Belpaese, in Italia gli utenti attivi sui vari social sono ben 35 milioni, rappresentando praticamente quasi il 60% della popolazione nazionale.

Rispetto al 2019, nel 2020, si è visto un incremento del 6,5%, con un tempo trascorso online su tali piattaforme che si aggira sulle 2 ore al giorno!

Tra i social network più amati dai nostri connazionali rientra ovviamente Facebook, che vantava nel corso del 2020 ben 2,5 miliardi di utenti attivi a livello mensile, a cui seguono poi tutti gli altri, con Instagram in testa.

Insomma, il mondo dei social ha attirato ormai l’attenzione di tutti noi e, va detto, non sembra che questa sia destinata a diminuire nel breve periodo, considerando soprattutto che nascono periodicamente nuove piattaforme per la condivisione, come ad esempio TikTok, tanto in voga tra i giovanissimi.

Condividi