Connect with us

Attualità

JESI / Biodigestore, il Sindaco: «Siamo all’assurdo»

Massimo Bacci ha polemizzato in Consiglio comunale per l’inefficienza dell’Ambito territoriale in un percorso costato sino ad ora 900 mila euro

JESI, 29 dicembre 2020 – Il biodigestore continua a far discutere in Consiglio comunale. Nell’assise cittadina di ieri, il consigliere di Jesiamo Nicola Filonzi ha interrogato il Sindaco per chiedere aggiornamenti sull’impianto, di cui non si hanno più notizie.

Nicola Filonzi
Nicola Filonzi

«L’Ambito aveva definito un percorso circa due anni fa, un anno e mezzo fa è arrivata la delibera del Consiglio comunale con atto di indirizzo, ma da allora non si è riusciti mai a discutere del contenuto, e a luglio scorso, la realizzazione dell’impianto è stata affidata a un gestore unico – ha risposto Massimo Bacci –. Questo la dice lunga sotto il profilo temporale, perché credo servirà ancora molto tempo per individuare il gestore unico, non credo che riusciremo a farlo prima del 2026-2027. Si è preferito bypassare la discussione e saltare direttamente a una delibera che ha previsto il controllo pubblico e ha quindi allungato i tempi ad arte. Inoltre dal luglio scorso non ci sono stati passi avanti per l’individuazione del sito e l’impiantistica è di fatto sospesa. Un candidato alla gestione c’è, ed è il Consorzio Ecofon insieme a VivaServizi, ma a quest’ultima non risulta alcuna attività svolta per indirizzare la società alla candidatura: siamo all’assurdo, le procedure sono illegittime».

«L’Ambito territoriale ci è costato 900 mila euro e non ha ancora inciso per nulla, di fatto, rispetto all’obiettivo di uniformare il servizio di raccolta e renderlo efficiente anche dal punto di vista economico».

(e.o.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere

Granpanda 03-04-20


Meteo Marche