Connect with us
TESTATA -

Cronaca

JESI: IL RACCONTO / “PER RICOVERARE MIO PADRE CI SONO VOLUTE 24 ORE, ASPETTANDO AL PRONTO SOCCORSO SU UNA BARELLA DURA E SCOMODA. E CONFUSIONE PIÙ TOTALE”

ospedale UrbaniJESI, 8 febbraio 2015 – Alcuni giorni fa pubblicammo la notizia di un paziente lasciato tre ore al Pronto Soccorso su una barella prima che venisse preso in cura. Quell’episodio è stato anche oggetto di una interrogazione consiliare da parte del gruppo del Movimento 5 Stelle. Ebbene, abbiamo contattato la persona che ha vissuto quei momenti accanto al padre. Amareggiato ma anche determinato a non far dimenticare cosa possa provare in determinati momenti una persona che chiede soltanto una sanità all’altezza del proprio mandato. L’episodio è avvenuto al Pronto Soccorso del “Carlo Urbani” il 28 gennaio scorso. Il lettore ci ha chiesto di mantenere l’anonimato. (n.d.r.) 

Andreoli immobiliare 01-07-20

“Sono ore che aspetto al pronto soccorso di Jesi con mio padre operato da 50 giorni e sentitosi male mentre eravamo in un centro medico per una visita medica specialistica. Fortunatamente è arrivato in autoambulanza e subito messo in una barella, ma puoi lasciato li con febbre a 39 pressione a 180 e forti dolori ad un rene senza nemmeno avere una coperta. Mi sono arrangiato con i nostri giubbotti. Gli infermieri hanno preso i parametri, ma dei medici neanche l’ombra! Mi hanno detto che c’ era un codice rosso! Bene aspetto… in piedi… perché le sole 6 sedie non bastano per tutti.
“Dopo 4 ore lo visitano, lo trovano con 40 di febbre e non me lo volevano neanche dire. Mettono la flebo con il Paracetamolo per abbassare la temperatura e via a fare la lastra al torace: dieci minuti per il tutto. Devo dire che anche per la radiografia c’è voluto poco, ma appena fatta lo hanno lasciato con la barella su un corridoio freddissimo adiacente al Pronto Soccorso non degnandosi neanche di spingerlo per pochi metri all’interno e al caldo. Tanto aveva “solo” la polmonite e un’infezione renale!
“Per essere ricoverato ci sono volute 24 ore, aspettando al Pronto Soccorso su una barella dura e scomoda in mezzo al caos e confusione più totale senza il minimo di spiegazioni a meno di essere PETULANTI. Non c’è spazio, non c’è un attaccapanni, né un comodino per appoggiare un bicchiere; non ci sono sedie né coperte, né un minimo di umanità e rispetto per chi sta male, né per chi è in apprensione per un familiare lasciato lì come un oggetto qualsiasi. Non parlo tanto per gli infermieri ma soprattutto per i medici, anche in reparto ti vedono lì ad aspettare, ma non si degnano neanche di rivolgerti lo sguardo, figuriamoci di dedicarti 30 secondi per due parole!
“Al reparto, pieno di zanzare, ci sono i bagni per gli uomini con le docce ma senza bidet. Un problema per un paziente attaccato alla flebo e con problemi alle vie urinarie. Pensavo che il bidet ormai presente in tutte le case da diversi decenni fosse un accessorio che non potesse mancare su un ospedale nuovo”.
(Lettera firmata)

Condividi
  
    

news

Cronaca3 minuti fa

Jesi / Brindisi e commozione: i festeggiamenti dalla Casa del Popolo alla Piazza – VIDEO –

Già dalle prime sezioni scrutinate è arrivato un vento incoraggiante: poi anche in Piazza della Repubblica le foto e gli...

Alta Vallesina8 minuti fa

Fabriano / Elica, acquisizione del 100% del capitale di Airforce

Il perfezionamento dell’operazione avverrà prevedibilmente entro i primi giorni del mese di luglio Fabriano, 27 giugno 2022 – Elica ha...

Alta Vallesina3 ore fa

Fabriano / Ubriachezza molesta ed oltraggio ai defunti: denunciato un 30enne

Denunciati anche tre automobilisti per guida in stato di ebbrezza Fabriano, 27 giugno 2022 – Nel fine settimana, e in...

Bassa Vallesina5 ore fa

Falconara / Si rovescia vongolara, muore pescatore

La tragedia al largo della costa, la vittima è rimasta intrappolata all’interno dell’imbarcazione Falconara, 27 giugno 2022 – Sommozzatori e...

Cronaca6 ore fa

Jesi / La sconfitta secondo Matteo: «Ne usciamo a testa alta»

«Rimane comunque un gruppo unito, patrimonio da non disperdere, pronto a lavorare e a difendere, sempre, la nostra comunità» Jesi,...

Alta Vallesina6 ore fa

Fabriano / Maxi rissa allo Chalet, denunciati i primi responsabili

Individuati i primi giovani: tutti intorno ai venti anni residenti in città e zone limitrofe Fabriano, 27 giugno 2022 –...

Bassa Vallesina8 ore fa

Falconara / Donna stava annegando: salvata da autista della Conerobus

Riccardo Bargilli: «Non nego di aver avuto paura ma ho cercato di rimanere freddo e equilibrato così da poter intervenire...

Attualità8 ore fa

Cupra Montana / “Ciolla Bike”, successo per la prima pedalata tra i vigneti – VIDEO –

Sole, sorrisi, fatica e allegria, hanno caratterizzato il primo appuntamento che ha visto in sella circa 80 partecipanti Cupra Montana,...

Cronaca15 ore fa

Jesi / Lorenzo il Magnifico riporta il centrosinistra alla guida della città – VIDEO –

Dopo quattro lunghi mesi di campagna elettorale l’avvocato “quasi” 47enne la spunta sull’avversario delle liste civiche al governo da 10...

Cronaca15 ore fa

Jesi / Ballottaggio: affluenza definitiva, alle 23 ha votato il 44,3%

Alle urne si sono recati 14.420 votanti sui 32.550 aventi diritto, recupero di affluenza nel finale Jesi, 26 giugno 2022...

Meteo Marche