Connect with us

Attualità

JESI / IL VERDICCHIO “LOCOMOTIVA” DELL’EXPORT MARCHIGIANO

Il successo del “bianco” dei Castelli di Jesi e di Matelica è dovuto all’ottimo lavoro dei produttori

 

JESI, 15 dicembre 2018 – La notizia è ufficiale, la crescita del valore dell’export marchigiano è trainata dal Verdicchio, nei primi 9 mesi di quest’anno il vino bianco per eccellenza prodotto nelle terre dei Castelli di Jesi e di Matelica ha fatto registrare un significativo + 9%. Lo conferma l’Istat  in un recente rapporto  sulla situazione aggiornata  dei dati  che fanno registrare “una crescita in valore del vigneto Marche nel mondo del 9%, quasi il triplo rispetto alla media nazionale (3,4%) con un controvalore di oltre 41 milioni di euro e una proiezione sui dodici mesi che supera i 56 milioni di euro”.

Alberto Mazzoni

L’Istituto Marchigiano di Tutela Vini attribuisce questo successo sia all’azione promozionale dei nostri Verdicchi, così come al “lavoro dei produttori in vigna ed in cantina” dice Alberto Mazzoni dell’Imt che precisa come “il dato è, come al solito, sottostimato perché parte delle merci prendono destinazioni estere da hub extraregionali, ma è significativo il salto di qualità nel trend di crescita, in particolare nell’area di Ancona-Jesi. Detto questo – prosegue Mazzoni – ritengo che i target commerciali  siano ancora ben lontani se rapportati alla qualità di prodotto che esprimiamo e che ci viene riconosciuta ormai in tutto il mondo; sarà anche interessante capire come nei prossimi mesi ci giocheremo la partita del prezzo medio di un’annata ricca come quella attuale”.

Dall’analisi dei dati Istat emerge che il territorio della provincia di Ancona è quello che ha maggiormente inciso sulla crescita dell’esportazione di vini e bevande toccando un + 14%; “bene anche le altre province – si sottolinea in un comunicato dell’Imt – fatta eccezione per Macerata (-4%), con l’area ascolana (seconda per vendite) a circa +4% e Pesaro-Urbino che sfiora un 8%”.

Il Verdicchio, sia quello dei Castelli di Jesi che quello di Matelica, è da 4 anni il vino bianco più premiato d’Italia; questo consultando le maggiori guide del settore enologico. La produzione totale dei due vini supera i 20 milioni di bottiglie, una buona quota viene esportata in tutto il mondo, in particolare negli Stati Uniti. Una quantità di pregiato vino bianco marchigiano che vale il 22% delle vendite oltre confine, nord Europa, Germania, Regno Unito e Cina. “Il maxi consorzio Imt – conclude la nota – rappresenta l’89% dell’imbottigliato dell’intera area di riferimento delle 15 Doc, che conta una superficie vitata di oltre 8 mila ettari tra le province di Ancona, Macerata, Pesaro Urbino e Fermo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  • 36
    Shares
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.