Connect with us

Attualità

JESI / MEDICI SENZA FRONTIERE, LA COINVOLGENTE TESTIMONIANZA DI RICCARDO GRIFONI

Andreoli immobiliare 01-07-20

L’incontro alla “Libera Università per Adulti” con il chirurgo operatore umanitario

JESI, 19 gennaio 2019 – Ieri, venerdì 18 gennaio, nella sala della Libera Università degli Adulti, l’incontro con Medici senza frontiere di un pubblico attento e coinvolto sin dall’inizio, ha provocato sensazioni forti, che vanno dall’emozione dei racconti del dottor Riccardo Grifoni, anconetano, chirurgo ed operatore umanitario di Medici senza frontiere, alle verità terribili e strazianti che emergono dalle foto prese in ogni parte del mondo in cui l’organizzazione opera.

Introdotto dal presidente della Luaj, professor Antonio Ramini, l’intervento di Grifoni ha fissato l’attenzione su quello che è davvero un mondo lontano anni luce da qui, di cui riceviamo spezzoni talvolta “telecomandati” o addirittura dall’aria inquisitoria tesa ad inculcare diffidenza, distante da quanti, diceva qualcuno accanto a me, “stando a casa e seguendo i notiziari non si rendono conto di cosa sia la guerra e di quanto gravi, dal punto di vista umanitario, possano essere le conseguenze sulla popolazione civile”.

Grifoni ha raccontato, per oltre un’ora e mezza, della nascita di questa organizzazione, dei rapporti con popoli sempre più soli, sfiniti, stremati, feriti o massacrati sia nel fisico sia nella mente. Ha ricordato che «più di una volta siamo stati testimoni del fatto che truppe militari inviate in certe zone per combattere, nello stesso tempo erano state investite di una mission umanitaria, tanto che un ministro, anni fa, definì tali azioni come intervento bellico umanitario».

Ha scorso le realtà di una quotidianità in cui si vivono momenti di terrore e paura, mentre scorrono immagini di bambini, donne, giovani ed anziani curati nelle tende, o in ospedali creati, bombardati e rimessi in sesto, per quanto possibile, dall’organizzazione, che conta non solo su medici ed infermieri, ma anche su amministrativi, architetti, ingegneri che lavorano perché tutto proceda per il meglio.

«Ho girato mezzo mondo, ho operato nelle situazioni più difficili, ho combattuto contro la diffidenza mentale e sociale di popoli tanto lontano da noi. Ho avuto soddisfazioni incommensurabili da parte delle persone che abbiamo curato, che sono il patrimonio umano della mia vita, che valgono molto di più di qualsiasi avanzamento di carriera. La riconoscenza di altre persone, diverse sia per lingua sia per fede, è rimasta per me un inestimabile valore».

In conclusione della serata, moltissimi gli interventi da parte del pubblico che voleva sapere, conoscere e che, credo, ha potuto toccare con mano e, soprattutto, con il cuore, un racconto su cui ciascuno di noi deve riflettere ed agire, perché, come diceva il Poeta, “anche se voi vi credete assolti siete lo stesso coinvolti”.

Giovanni Filosa

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  
    

news

Cronaca2 ore fa

Jesi / Alla Pietra d’Inciampo a Giulio Ottolenghi per non dimenticare

Giorno del Ricordo, stamattina la celebrazione in presenza dell’assessore Luca Brecciaroli in Largo Grammercato: «Tramandiamo tutti insieme l’abominio che si...

Alta Vallesina6 ore fa

Fabriano / Pediatri e infermieri per il “Profili” e per il “Sant’Antonio Abate”

Avviso pubblico da parte dell’Ast di Ancona con contratti a tempo determinato di Redazione Fabriano, 28 gennaio 2023 – Con...

Cronaca6 ore fa

Jesi / L’ultimo inchino di Franco Morici: il saluto della figlia Gioia

Corso Matteotti sarà più vuoto senza di lui: oltre a noi anche Jesi perde un pezzo di cuore Jesi, 28...

Alta Vallesina7 ore fa

Fabriano / Alcol al volante, tre incidenti in poche ore

Gli automobilisti coinvolti sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza di Redazione Fabriano, 28 gennaio 2023 – Comprensorio...

pallamano chiaravale a2 maschile2 pallamano chiaravale a2 maschile2
Sport9 ore fa

Pallamano A2 / Chiaravalle ospita il San Lazzaro: scontro d’alta classifica

Il presidente Gianluca Maltoni: «Sarà importante riuscire ad essere coesi e lucidi per tutti i 60 minuti» Chiaravalle, 28 gennaio...

Sport9 ore fa

Pallamano A2 / Macagi, al PalaQuaresima la sfida con Modena

La squadra di Palazzi, ora al secondo posto del girone B con tre partite da recuperare, torna in campo dopo...

Cronaca11 ore fa

Jesi / Salvatore Pisconti saluta Jesi Servizi tra commozione e ringraziamenti

In Consiglio comunale il discorso dell’ex presidente della società partecipata: «Si chiude il mio capitolo ma c’è ancora un’enciclopedia da...

Cronaca11 ore fa

Jesi / L’insidioso gradino di Piazza Pergolesi, soluzione in arrivo

Ordinate le fioriere temporanee, al lavoro i progettisti, obiettivo: «Rendere quello spazio fruibile ai cittadini», ha detto l’assessore Valeria Melappioni...

Cronaca12 ore fa

Jesi / Franco Morici, oggi i funerali

La cerimonia funebre nella chiesa di San Pietro Martire, il cordoglio della Fondazione Pergolesi Spontini Jesi, 28 gennaio 2023 –...

Eventi12 ore fa

Jesi / Teatro Pergolesi, Elio Germano in Paradiso

Inaugura domani la stagione di prosa, spettacolo messo in scena creando un’esperienza unica, quasi fisica per lo spettatore al cospetto...

Meteo Marche