Connect with us

Opinioni

JESI / Ospedale: quale futuro tra tagli al personale e ai posti letto?

Andreoli immobiliare 01-07-20

Pasquale Liguori, Tribunale del Malato: «Il rischio forte è che si chiudano servizi e peggio ancora si finisca per far sì che le nostre migliori professionalità vadano via»

JESI, 20 marzo 2022 – Sembrava troppo bello avere finalmente l’occasione di confrontarsi con Regione, Asur e Av 2  sulle problematiche del nostro ospedale.   

Fatto è, invece, che la riunione della Commissione sanità del Comune convocata per il giorno 17 scorso non si è tenuta più per «motivi inderogabili o motivi organizzativi» queste sono le testuali motivazioni addotte. Da tutte le istituzioni invitate all’incontro. Fermo restando che tali motivazioni non ci convincono affatto, pensiamo che almeno uno dei soggetti invitati avrebbe potuto prendere parte all’incontro, anche perchè sono stati invitati con preavviso di 15 giorni.

Noi siamo più propensi a pensare che questi soggetti non “gradiscono” per niente confrontarsi con la cittadinanza e soprattutto non sono in grado di fornire risposte alle tante problematiche sanitarie della nostra regione.

Ospedale Carlo Urbani Jesi
L’ospedale “Carlo Urbani”

Non sappiamo se e quando ci sarà un altro incontro ma intanto  riteniamo importante portare a conoscenza dei cittadini il contenuto di quello che avremmo voluto rappresentare  alle istituzioni. Siamo davvero molto preoccupati per il futuro della nostra Sanità e quando diciamo futuro non ci riferiamo ai tanto sbandierati progetti regionali di ospedale e casa della  comunità, progetti che, se tutto va bene, si realizzeranno non prima del 2026.

Ci riferiamo invece al futuro del nostro ospedale che anche durante la pandemia ha dato prova di grande efficienza e professionalità ma che, se non arrivano presto risposte concrete sulla la cronica carenza di personale (medici, infermieri ma anche Oss) e sui  tagli dei posti letto, il “Carlo Urbani” non avrà un futuro degno di questo nome.

Da tempo denunciamo i 7 medici in meno al pronto soccorso (tra un po’ potrebbero diventare 8), il mancato ripristino dell’organico pieno della urologia, la medicina che, nonostante le difficoltà di non poter ricoverare pazienti in attesa al pronto soccorso deve però distaccare suo personale a Cingoli, il taglio dei posti letto nella chirurgia che, dopo gli interventi eseguiti, è costretta a cercare in giro per i reparti un posto letto per la degenza dell’operato, e tutto ciò naturalmente finisce per allungare in maniera ormai intollerabile le liste di attesa costringendo i cittadini a mettere mano alle tasche per rivolgersi al privato, e allora noi crediamo di avere diritto a risposte.

Vogliamo che la direzione dell’Av2 ci dica perché, diversamente da quanto avviene nelle altre Aree Vaste, qui non si fanno avvisi pubblici per l’assunzione di medici a tempo indeterminato  (sia nel 2021 che nel 2022 Asur Av5 e Av4 hanno emesso avvisi pubblici per assunzione di personale a tempo indeterminato).

Un esempio a Urologia, sostituiamo un medico a tempo indeterminato e con tanta esperienza con uno specializzando a tempo determinato. Non si comprende perchè nell’Av2  non si rinnovano i contratti dei precari, eppure  il piano triennale Asur dei fabbisogni di personale 2020/2022 prevede chiaramente che, oltre al ripristino del personale previsto come cessazione del periodo, si proceda anche alla tempestiva sostituzione di un dipendente che al momento della redazione del piano non era in previsione, e tutto ciò, per non creare disservizi o discontinuità nella erogazione dei servizi (peraltro tutto ciò a invarianza del tetto di spesa programmata).

Torniamo ancora una volta a lanciare l’ennesimo appello alle forze politiche cittadine, quelle attualmente in  carica ma anche a quelle che si accingono a candidarsi, alle organizzazioni sindacali, affinché si facciano parte attiva verso la direzione Asur per la copertura delle posizioni vacanti, il rischio forte è che si chiudano servizi e peggio ancora si finisca per far sì che le nostre migliori professionalità vadano via in quanto a esse non vengono garantiti spazi operativi, risorse umane e rinnovo tecnologico.

Pasquale Liguori

responsabile del Tribunale del Malato di Jesi

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  
    

news

Cronaca6 ore fa

Jesi / Brucia il computer, ci vogliono i Vigili del Fuoco

Intervento della squadra cittadina nella serata di ieri, nessuna persona coinvolta ma danni di Redazione Jesi, 2 febbraio 2023 –...

Bassa Vallesina6 ore fa

Falconara / Incidente all’Api, tanto fumo ma nessun danno a persone e cose

Una quantità di combustibile era trafilata da una valvola, situazione prontamente risolta dal personale interno della raffineria, addestrato per far...

Attualità8 ore fa

Sanità / Medici di famiglia, i dottori Gagliardini ed Ercolino a Cingoli e Filottrano

Lo ha comunicato l’assessore Filippo Saltamartini dopo il confronto avuto con la Direzione dell’Ast Ancona e con il Distretto competente...

Attualità9 ore fa

Provincia / Open day per il rinnovo dei passaporti

Le date delle aperture straordinarie nei Commissariati di Jesi, Fabriano, Senigallia e Osimo, con accesso libero e senza prenotazione in...

Alta Vallesina11 ore fa

Fabriano / Subaffitto Agricom, l’interpellanza di Fabriano Progressista

Torna d’attualità la questione dell’azienda agraria comunale Fabriano, 2 febbraio 2023 – Premesso che con delibera di giunta del 21/03/2022...

Eventi12 ore fa

Montecarotto / A teatro una rassegna da “perdere la testa”

Dal 17 febbraio i quattro appuntamenti tra “amore e follia”, a chiudere il calendario lo spettacolo di “Malati di niente”...

carabinieri stazione sassoferrato carabinieri stazione sassoferrato
Alta Vallesina13 ore fa

Sassoferrato / Compra un Apple Watch online ma viene truffato

Denunciato un 40enne residente nella provincia di Fermo per truffa di Redazione Sassoferrato, 2 febbraio 2023 – I Carabinieri hanno...

Alta Vallesina14 ore fa

Fabriano / Ambito 10, ecco il registro assistenti familiari

Il Registro Assistenti Familiari: uno strumento in più per favorire le famiglie e aiutare lavoratori e lavoratrici del settore di...

Attualità19 ore fa

Tradizioni / Dopo i Giorni della Merla ecco Candelora: «Dell’inverno semo fora?»

Un’altra ricorrenza della tradizione popolare che cade oggi 2 febbraio e sancisce la fine o il prosieguo dell’inverno di Cristiana...

Primo piano19 ore fa

L’intervista / Roberto Mancini: «Marche regione da podio, Jesi sul gradino più alto»

«Spero davvero che tra qualche tempo sia Ancona che Ascoli possano tornare in serie A, sarebbe un bel traguardo per...

Meteo Marche