Connect with us

Attualità

JESI / Proroga di 60 giorni per le diffide dei loculi abbandonati

Sono 854 le sepolture ultra cinquantennali: «Mantenere il decoro e rimetterli a disposizione»

JESI, 6 febbraio 2021Proroga di 60 giorni per l’aggiornamento delle concessioni dei loculi. Ad annunciarlo l’assessore Luca Butini, delega per i Servizi cimiteriali.

«La scadenza del 13 febbraio con relativa comunicazione serviva per sollecitare alla regolarizzazione della concessione a chi poteva accedervi. La proroga vuole raggiungere la maggior parte delle persone in vista delle visite al cimitero in occasione della Pasqua».

Luca Butini

A sollevare la problematica in Consiglio comunale, il consigliere di Jesi in Comune, Francesco Coltorti.

Francesco Coltorti

«Molti degli avvisi sono stati affissi in loculi che non appaiono in stato pericolante o abbandonato, e molto dopo il 2 novembre, giornata della commemorazione dei defunti, in cui il cimitero registra il maggior afflusso di visitatori anche da fuori Comune. Molti sono di età avanzata, quindi potrebbero non aver visionato la comunicazione sul sito del Comune, WhatsApp e Telegram. Sarebbe stato più opportuno forse contattare direttamente i familiari dei concessionari diffidati per informarli».

Sono 854 i casi di sepolture ultra cinquantennali.

«Non sarà possibile raggiungere i concessionari di molte di queste, perché spesso sono i defunti stessi a detenere la concessione: tenteremo di ricostruire – ha spiegato Butini – gli alberi genealogici ma spesso è difficile».

«La condizione di trascuratezza è verificabile facilmente anche da chi fa la regolare manutenzione. Il rinnovo delle concessioni si effettua con cadenza biennale, l’ultima è del novembre 2018: serve a mantenere il decoro e recuperare loculi in stato di abbandono per rimetterli a disposizione».

(e.o.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

LEGGI ANCHE:

JESI / Diffide loculi abbandonati: «Le comunicazioni dovevano arrivare prima»
Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche

Granpanda 03-04-20