Connect with us

Attualità

JESI / RAFFAELLO E COLOCCI, IL PROGETTO DI UNA MOSTRA UNICA

Il grande artista simbolo del Rinascimento, del quale nel 2020 ricorrono i 500 anni dalla morte, e il grande umanista jesino per ricostruire uno spaccato dell’epoca d’oro della nostra storia

JESI, 20 agosto 2019 – “Raffaello e Angelo Colocci Bellezza e Scienza nella costruzione del mito della Roma antica” è il titolo del progetto su cui sta lavorando il Comune di Jesi.

Nel 2020, anno in cui il mondo celebra Raffaello Sanzio, uno dei più grandi artisti mai vissuti, anche la nostra città si sta organizzando.

Per la ricorrenza dei 500 anni dalla morte di Raffaello Sanzio, sarà allestita una mostra che vuole indagare i nessi tra l’artista simbolo del Rinascimento e il grande umanista jesino Angelo Colocci (Jesi, 1474 – Roma, 1549, foto in primo piano) che fu, nei primi trenta anni del XVI secolo, a Roma, uno dei punti di riferimento per gli artisti, gli antiquari, i poeti, gli studiosi della lingua e i cultori della scienza e della cosmologia.

Raffaello Sanzio

Il Comune di Jesi ha partecipato a un bando della Fondazione Cariverona che gli è valso un contributo di 30mila euro per il progetto su Raffaello e Colocci. La mostra prevede la ricostruzione degli Orti di casa Colocci dove si riunivano letterati, filosofi e matematici; la ricostruzione della biblioteca di Colocci con alcuni esemplari di manoscritti e di libri posseduti, i codici romanzi; l’esposizione di manufatti pregiati e disegni, oltre a laboratori e iniziative collegate.

(e.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ferramenta Sarti - Castelplanio


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.