Connect with us

Alta Vallesina

SASSOFERRATO / UNA RACCOLTA DI FONDI PER LA FAMIGLIA DELLA PICCOLA BEATRICE

La spirito solidale dei cittadini sentinati

 

SASSOFERRATO, 14 gennaio 2019La tragedia dello scorso venerdì ha scosso profondamente Sassoferrato e tutto il territorio del fabrianese. La morte della piccola Beatrice, di appena 10 anni, ha spaccato i cuori della famiglia e di una comunità.

Proprio ieri i funerali a Fabriano, con rito evangelico, presso la sala del commiato in zona Santa Maria. Un commosso ultimo saluto alla piccola, morta (come ha confermato l’autopsia) a causa delle esalazioni di monossido di carbonio.

Probabile punto d’origine delle esalazioni fatali, una fessurazione lungo la canna fumaria che collegava la stufa (ora sequestrata dai Carabinieri di Sassoferrato che stanno indagando coordinati dai colleghi di Fabriano) al tetto e che attraversava la stanza dove dormivano Beatrice ed il fratellino.

Il fratellino, di qualche anno più piccolo, è riuscito a sopravvivere alle esalazioni notturne dopo un complesso trattemento iperbarico presso l’Ospedale di Fano.

Scatta la solidarietà

Nei giorni immediatamente seguenti il dramma che ha colpito la famiglia di origine brasiliana (ma da tanto tempo residente sul territorio e ben voluta da tutti), è partita la campagna di raccolta fondi. La notizia si sparge velocemente allargandosi a macchia d’olio a tanti esercizi commerciali.

Dall’idea di Nadia Fiorucci, Carlo Cristallini e Giovanni Mezzopera, lo spirito è diventato unico: la raccolta durerà fino a domenica (20 gennaio).

Gli esercizi commerciali che aderiscono alla raccolta fondi

Bar Sottosopra, Bar del Castello, Bar Pub Pispy, Edicola Il Maestro, Supermercati Sigma, Tigre, Hurrà e Coal. Bar Bartolucci, Il Baretto, Non Solo Bimbi, Michele Agostinelli Calzarure, Foto Ottica Ciocci, Bar Cristallini e poi La Cricca di Monterosso e Bar Picnic di Colleponi.

In ognuno di questi esercizi commerciali ci sarà modo di poter dare il proprio contributo e dimostrare l’unione di una comunità che sa dimostrarsi solida anche nelle tragedie.

(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.