Connect with us

Cronaca

STAFFOLO / PREMIO “CITTÀ DI STAFFOLO”, BAGNO DI FOLLA PER IL PAPÀ DELLE WINX

STAFFOLO, 27 giugno 2015 – È stato accolto con tutti gli onori nel “colle del Verdicchio”. E d’altronde Iginio Straffi, fondatore e Presidente del Gruppo Rainbow, è un personaggio con un grande talento. Oggi pomeriggio ha ritirato nella sala del Consiglio comunale il “Premio Città di Staffolo”. Si tratta di un riconoscimento a chi, attraverso il proprio operato, ha saputo affermarsi in ambito nazionale e internazionale nel campo della cultura. Il talento artistico del padre delle Winx, l’impegno, la passione per il suo lavoro, l’amore per le Marche, da cui ha inizio il suo “arcobaleno”, l’attenzione sempre viva verso il mondo dell’infanzia e dei sogni lo hanno reso il candidato ideale per l’edizione 2015.
Iginio Straffi, da un paese in provincia di Macerata, approda giovanissimo alla casa editrice di fumetti di Sergio Bonelli, divenendone il direttore artistico. A trent’anni, dopo aver seguito interessanti progetti in diversi studi di animazione europei, torna nelle sue Marche e qui fonda Rainbow, divenuto in poco tempo il più grande studio di animazione in Europa, conosciuto soprattutto per l’acclamatissimo “Winx Club“.
Dopo la cerimonia nell’aula consiliare, il primo cittadino Patrizia Rosini e Iginio Straffi si sono recati nella chiesa di San Francesco dove è stata inaugurata la mostra “Il Magico Arcobaleno delle Marche: Iginio Straffi e il suo Incantesimo Rosa”. L’esposizione, un vero viaggio nell’universo Winx, racconta la storia delle sei fatine alate a partire dal loro concepimento e il successivo bozzetto su carta, fino al prodotto finale e al lancio nel mondo, passando attraverso le loro evoluzioni grafico/stilistiche e gli studi per renderle tridimensionali. Il contenuto espositivo è arricchito anche da una sezione educational, attraverso tavole inedite di storyboard e un video animatic, per meglio consentire, ai piccoli, di entrare nel magico mondo della progettazione grafica e digitale dei cartoons. Un vero incantesimo per grandi e piccini.
Accanto all’esposizione è allestita quest’anno anche la mostra didattica Quando i sogni mettono le ali, frutto degli elaborati creati dagli alunni della scuola primaria e secondaria di Staffolo. Alcune tavole hanno come soggetto il paesaggio marchigiano visto dall’alto, come in volo, dalla prospettiva delle Winx, mentre un cartellone mostra le fatine invadere e colorare Staffolo. La mostra rimane aperta al pubblico fino al 2 agosto con il seguente orario: da venerdì a domenica dalle 18 alle 22; durante le manifestazioni estive l’apertura sarà prolungata fino alle 24.
Il Premio è promosso dal Comune di Staffolo e organizzato dalla Commissione Premio Città di Staffolo, composta da Rita Uncini, Caterina Marzioni, Riccardo Baldi e Paolo Aquilanti, e dalla locale Proloco. Quest’anno si avvale del patrocinio della Regione Marche e della Provincia di Ancona e del prezioso contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana e del Rotary Club, sezione di Jesi.

(foto di Massimo Costarelli)

Condividi
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.