Connect with us

Attualità

VALLESINA / La Mela di Aism: torna la raccolta fondi

Dall’1 al 4 ottobre nelle maggiori piazze del territorio, per combattere la sclerosi multipla: puoi donare anche da casa al 45512

VALLESINA, 2 ottobre 2021 – Come ogni anno, da venerdì 1 a lunedì 4 ottobre, in tutte le piazze italiane torna la Mela di Aism per una raccolta fondi, che aiuti a sostenere la ricerca scientifica e garantisca assistenza sociosanitaria ai malati di sclerosi multipla.

La sclerosi multipla è una malattia che oggi non ha una cura definitiva: ogni 3 ore una persona riceve una diagnosi che sconvolgerà la sua vita e quella dei suoi familiari: la sclerosi multipla. Quando colpisce, il corpo inizia a cedere, giorno dopo giorno. 

«La sclerosi multipla colpisce principalmente i giovani: delle 130 mila persone con Sm in Italia, infatti, il 10% sono bambini e il 50% ragazze e ragazzi sotto i 40 anni – spiega una volontaria dell’Aism Ancona – non serve dire altro per capire l’importanza di continuare a informare, sensibilizzare e raccogliere fondi per garantire e potenziare i servizi e per sostenere la ricerca scientifica».

Appuntamenti

I volontari di Aism saranno presenti con le bancarelle frutticole in Piazza Kennedy a Moie e in quelle di Castelbellino, Arcevia e Serra de’ Conti.

A Jesi sosteranno in via Don Rettaroli, quindi nella zona industriale, in via Gallodoro nel parcheggio della Coop, all’Oasi presso il centro commerciale La Fornace, lungo corso Matteotti (lato Bnl).

Piazza Kennedy, Moie

Come donare

É possibile donare 9 euro, acquistando nelle maggiori piazze della Vallesina, un sacchetto di mele rosse, verdi o gialle da 1,8 kg oppure chiamando il numero solidare 45512, con una donazione di 5 o 10 euro.

«È una malattia che prova a fermarti, ma con il tuo aiuto possiamo fermarla: con il tuo sostegno la ricerca potrà andare avanti e trovare una cura definitiva», si legge nel sito ufficiale.

Il presidente della sezione provinciale Aism Ancona, Vittorio Maria Basile afferma: «I fondi raccolti, oltre a sostenere la ricerca scientifica sulle forme gravi di sclerosi multipla, servono a garantire la continuità delle attività di Aism sul territorio, per essere ancora di più al fianco delle persone con un supporto a 360 gradi, da psicologico a legale».

«Nei Centri Aism vengono effettuate attività socio-sanitarieriabilitativeinfermieristicheeducative e di assistenza per la persona con sclerosi multipla».

Nicoletta Paciarotti

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  


Meteo Marche