Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO/ Consegnato il progetto per la nuova area camper

La zona è quella del parcheggio in via Veneto, nei pressi del l’ex Sant’Antonio fuori le mura

 

FABRIANO, 27 novembre 2020 –  49 mila euro per la realizzazione di una nuova area camper nel piazzale antistante il centro di aggregazione “F-actory”. 

A parlarne è Franco Stroppa, presidente dell’associazione Camper Club Fabriano al quale, poco dopo la sua costituzione, era stato chiesto durante un incontro col sindaco di suggerire una location dove poter eventualmente sistemare un’altra area di sosta, individuando così nella zona di sant’Antonio fuori le mura quella migliore. In quella attuale infatti persiste la problematica del fondo stradale, che durante le giornate di pioggia diventa abbastanza fangoso, rendendo difficile il passaggio al mezzo.  

«Sicuramente questa area diventerà la principale a essere usata, essendo più vicina al centro – spiega Franco Stroppa – al tempo stesso, l’altra area dislocata in zona stadio rimarrà a disposizione».

La zona è quella del parcheggio in via Veneto, nei pressi del l’ex Sant’Antonio fuori le mura e dovrebbero essere disponibili sette (forse otto) posti camper; l’area sarà ovviamente servita dalla struttura per il carico e scarico, e utilizzo di corrente elettrica. 

«La presenza di questa nuova area sarà ottima per l’incentivazione del turismo in camper a Fabriano – continua Stroppa – durante l’estate ho visto passare diversi camper quasi ogni giorno, e avere in centro un’area per la sosta di questi mezzi è una marcia in più».

Un’area posta vicino al centro favorirebbe infatti il camperista e di conseguenza il turismo, tenendo conto che il mezzo è spesso utilizzato da famiglie, con bambini o persone anziane, e spostarsi per visitare il centro storico della città deve essere il più possibile facilitato. 

Per quanto riguarda le uscite dell’associazione, erano diverse le proposte fatte dal Camper Club Fabriano per questa primavera – estate, che a causa dell’emergenza Covid in atto non sono state organizzate. Come riportato da chi si è comunque mosso per conto proprio durante l’estate, le strutture erano assolutamente organizzate per utilizzare il mezzo in maniera totale, senza però correre rischi per quanto riguardasse i contagi. 

Sara Marinucci

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  


Meteo Marche