Connect with us

Attualità

JESI / Atmosfere della Belle Époque con gli studenti del Mannucci

A Palazzo Santoni nell’ambito delle mostre proposte da “Jesi si Maschera” per il Carnevale 2020

JESI, 21 febbraio 2020 – Hanno riprodotto le atmosfere della Belle Époque gli studenti e le studentesse del Liceo Artistico Mannucci di Jesi. L’esposizione è visitabile a Palazzo Santoni nell’ambito delle mostre – sono cinque – promosse da Jesi si Maschera per questo Carnevale 2020.

Ragazze e ragazzi hanno lavorato con materiali di recupero, unendo la storia dell’arte studiata in classe con il tema che li ha visti alla prova.

«Ballerine e personaggi del Moulin Rouge sono stati  curati dalle 5A e C delle Arti figurative, altre opere invece dalle classi 3A, 4A e 4C seguiti dal docente Samuele Verdecchia. Si tratta di tutte opere originali realizzate con materiali di recupero perché all’arte basta la creatività – spiega Giuliana Pallotto, professoressa del Liceo jesino -. La Belle Époque si fa anche a scuola e questa è stata un’ottima occasione per mettere in pratica lo studio sui banchi: ne è venuto fuori un ambiente giocoso e creativo. Il lavoro non finisce qui: le opere anche se fatte in modo artigianale hanno una certa valenza estetica quindi andranno poi ad abbellire la nostra scuola. I ragazzi delle quinta hanno anche un altro progetto in serbo da realizzare a Pasqua che vedrà queste opere sotto un’altra veste».

 

Ha collaborato anche la professoressa Francesca Macina, docente di discipline plastiche, con le classi quinte.

«Nel giro di due settimane abbiamo messo mano ai materiali del magazzino della scuola. Attraverso colori e lavorazioni abbiamo reso vivi questi materiali, riportando in scala dei bozzetti e tirato su delle scenografie lavorando per mano della scultura».

Il connubio con il teatro è consolidato: «Da anni collaboriamo con la Fondazione Pergolesi Spontini a Banco di scena, progetto ideato da me e da Paolo Appignanesi e giunto alla settima edizione – spiega Massimo Ippoliti, docente del Liceo -. I ragazzi progettano un tema che viene collegato con un evento in cartellone nella stagione lirica e interpretato per il Social Opera (progetto che unisce teatro, educazione e disabilità) che va in scena a fine settembre con la collaborazione di Ilaria Sebastianelli e Frediano Brandetti».

(e.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   

Granpanda 03-04-20


Meteo Marche