Connect with us

Cronaca

JESI / «BELLA MOTO, TE LA COMPRO, MI FAI FARE UN GIRO?»: MONTA IN SELLA E NON RITORNA PIÙ

moto

JESI, 15 settembre 2018 Circa un’ora di attesa aspettando di veder rientrare l’uomo che se n’era andato a fare un giro di prova con la sua potente moto. Poi il sospetto che si è fatto strada sino a divenire certezza: la sua moto, date le circostanze, non l’avrebbe più rivista.

È successo nel primo pomeriggio di ieri, 14 settembre, quando un giovane centauro jesino è stato avvicinato da una persona che si è dimostrata subito molto interessata alla bella due ruote, vantandone prestazioni, linea, bellezza. Tipo affabile, esperto, appassionato all’oggetto rombante dei suoi desideri. Insomma, sembrava saperne davvero molte. Poi la proposta: sarebbe stato disposto a comprarla, proprio quella, proponendo un prezzo allettante, diverse migliaia di euro.

Probabilmente il giovane aveva già maturato l’idea di venderla e forse quella sarebbe stata un’occasione da valutare. Un buon affare per lui, un buon affare per chi gli aveva fatto la proposta, visto l’interesse che dimostrava.

Poi, di parola in parola, la richiesta, lì per lì tutt’altro che inconsueta: «Ci vorrebbe un giretto qui intorno, così tanto per provarla. Si può fare?».

Evidentemente si poteva fare. L’uomo è salito in sella e rombando è partito per il suo giretto di prova. Solo che, aspetta che aspetta, quello non è più tornato, volatilizzandosi insieme alla tanto agognata moto.

Al giovane non è rimasto altro che chiamare i Carabinieri.

(p.n.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.