Connect with us

Cronaca

JESI / Bonus cultura: Guardia di Finanza scopre frode da un milione di euro

Andreoli immobiliare 01-07-20

L’illecito aveva come fulcro del sistema una società jesina, denunce, sequestri e sanzioni: chi ha comprato prodotti differenti, come la Playstation, pagherà ora un importo pari al triplo di quello indebitamente utilizzato

JESI, 16 maggio 2020 – Sono ben 2.503 i neodiciottenni, residenti in quattordici regioni d’Italia, che sono stati individuati nell’ambito di una complessa e ampia indagine condotta dai finanzieri della Compagnia di Jesi, coordinati dalla Procura della Repubblica di Ancona, denominata operazione “18App”, per aver fruito illegalmente nel 2017 e 2018 dello specifico bonus cultura.

Andreoli immobiliare 01-07-20

Le investigazioni, durate oltre otto mesi e avviate a seguito di una segnalazione del Nucleo Speciale Spesa Pubblica e Repressione Frodi Comunitarie, hanno permesso d’individuare quale fulcro del sistema di frode una società di Jesi, amministrata da B.G. una italiana di anni 72 anni residente in città, attiva nel settore del commercio al dettaglio di apparecchi elettronici che, sia attraverso il proprio sito internet che direttamente in negozio, consentiva di aggirare la normativa che prevede che il beneficio pari a 500 euro a persona sia destinato esclusivamente a spese relative all’acquisto di oggetti e attività con finalità analiticamente indicate dalla legge, come libri di vario genere, musica digitale, biglietti per concerti, musei, mostre, fiere, spettacoli teatrali, cinema, concerti.

Grazie all’utilizzo dell’esercizio commerciale individuato è stato, invece, consentito l’acquisto indebito, avvenuto negli anni 2017 e 2018 di prodotti elettronici, quali playstation, smartphone di ultima generazione, videocamere portatili, personal computer. Tutti beni che, in base alla normativa vigente (L. 208/2015 e L. 232/2016), non potevano essere comprati. Fondamentale in questo caso anche il “passaparola”, pure tramite i social, tra i ragazzi che avevano fruito del beneficio “allargato” presso il predetto negozio.

Le approfondite indagini delle Fiamme Gialle dipendenti dal Comando Provinciale di Ancona hanno permesso di acclarare che la società coinvolta, nelle proprie comunicazioni mensili al Ministero per i Beni e le Attività Culturali necessarie per ottenere il successivo rimborso, aveva dichiarato di aver venduto beni consentiti dalla legge istitutiva del bonus, come ad esempio, musica registrata, che però non aveva mai acquistato. L’importo complessivo della frode, perpetrata nell’arco dei due anni 2017 e 2018, è stato riscostruito in 939.000 euro.

I finanzieri, inoltre, hanno richiesto e ottenuto un provvedimento di sequestro preventivo finalizzato alla definitiva confisca dei proventi del reato a firma del Giudice per le indagini preliminari di Ancona, per un totale di circa 800.000 euro a carico dei responsabili del sistema illecito, riuscendo a individuare all’interno di una cassetta di sicurezza, di un istituto bancario di Jesi, contanti per 140.250 euro e liquidità correnti presso altri istituti di credito pari a 345.000 euroÈ stato sottoposto a sequestro, inoltre, un immobile adibito a deposito commerciale del valore di circa 40.000 euro. L’immediato alert dei finanzieri al Ministero ha consentito, altresì, di bloccare l’erogazione di ulteriori pagamenti per 10.000 euro.

Il legale rappresentante della società coinvolta e il socio A.A., di 42 anni, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Ancona per il reato d’indebita percezione di contributi erogati a soggetti privati ai danni dello Stato, il quale prevede la pena della reclusione sino a tre anni. Nei loro confronti sono state pure contestate sanzioni amministrative per un ammontare di oltre 500.000 euro.

Gli utilizzatori del bonus contrariamente alle condizioni d’uso specificamente accettate al momento della registrazione on line che indicavano analiticamente i beni per i quali poteva essere speso il credito – acquistando invece prodotti differenti, si sono resi responsabili della violazione amministrativa prevista dal secondo comma dell’articolo 316 ter del codice penale, che prevede il pagamento di una sanzione pari al triplo dell’importo indebitamente utilizzato. Per tale pagamento, potrà essere richiesta la rateizzazione sino a trenta rate mensili, ai sensi dell’art. 26 della L. 689/1981.  

L’attività svolta dalle Fiamme Gialle s’inquadra nei compiti di polizia economico-finanziaria attribuiti al Corpo della Guardia di Finanza per la tutela della spesa pubblica nazionale, finalizzati a contrastare abusi e a favorire, migliori e sempre maggiori servizi alla collettività, garantendo che le risorse economiche siano impiegate secondo le finalità previste dalla legge.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Condividi
  
    

news

Primo piano8 ore fa

Roma / “Marche una regione da podio”, grande festa al Coni – VIDEO E FOTO

La cerimonia al Salone d’Onore, premiati tra gli altri il ct Roberto Mancini, Gianmarco Tamberi, Tommaso Marini, Stefano Cerioni e...

Cronaca12 ore fa

Jesi / Deceduto Franco Morici, con lui scompare un grande interprete della jesinità

Se ne va un volto buono della città, il Sanpietrino doc, l’attore, il ricordo del sindaco Fiordelmondo Jesi, 27 gennaio...

Cronaca12 ore fa

Jesi / Giorno della Memoria, corona deposta nell’atrio del Comune

L’assessore Luca Brecciaroli ha deposto una corona d’alloro dinanzi alla lapide posta nell’atrio della residenza municipale di Redazione Jesi, 27...

Matelica Basket Seria A2 Matelica Basket Seria A2
Alta Vallesina13 ore fa

Basket Femminile A2 / Matelica a Vigarano per vincere ancora

La squadra di Coach Cutugno punta ad un nuovo blitz in trasferta di Redazione Matelica, 27 gennaio 2023 – Nella...

Cronaca17 ore fa

Jesi / Croce Verde in Consiglio comunale, il progetto “Le tue mani sul cuore”

L’installazione di due defibrillatori a Mazzangrugno e Castelrosino: «Aiutiamo le località discriminate dalla distanza», il ringraziamento dell’assise cittadina per il...

Cronaca17 ore fa

Fabriano / Espulso irregolare e fermati pregiudicati con precedenti per droga

Controlli straordinari del territorio disposti dal Questore di Ancona con l’ausilio del Reparto di Prevenzione Crimine di Perugia Fabriano, 27 gennaio 2023...

Alta Vallesina17 ore fa

Fabriano / Bilancio, investimenti e opere pubbliche

Nel documento varato martedì dal consiglio comunale previsti un gran numero di interventi di Redazione Fabriano, 27 gennaio 2023 –...

Attualità18 ore fa

Pianello Vallesina / Giornata della memoria, studenti alla sala polivalente

Appuntamento oggi alle 18 con l’iniziativa che propone “All’inferno si martella. L’ossessione del suono nei lager” Pianello Vallesina, 27 gennaio...

Cronaca23 ore fa

Jesi / Sottopasso di via Marconi, incuria e incidenti

In Consiglio comunale l’interrogazione dei Repubblicani europei: «Con la chiusura del ponte San Carlo, avremo mesi di respiro per valutare...

Cronaca23 ore fa

Jesi / Alberi Viale della Vittoria, prove di trazione

Iniziata la verifica necessaria per valutarne la sicurezza, riduzione della carreggiata Jesi, 27 gennaio 2023 – Iniziare ieri e proseguiranno...

Meteo Marche