Connect with us

Eventi & Cultura

JESI / Chiesa di San Marco, aperture in occasione delle celebrazioni dantesche

Approvato protocollo d’intesa tra il Comune, le suore Carmelitane, l’Archeoclub e Italia Nostra per la valorizzazione

JESI, 30 aprile 2021 Aperture straordinarie della chiesa di San Marco in occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri.

chiesa San Marco

Il Comune di Jesi, proprietario della chiesa intitolata a San Marco, uno dei più preziosi gioielli architettonici della Vallesina, la cui fondazione risale alla prima metà del XII sec, ha sottoscritto un protocollo d’intesa con le suore Carmelitane, l’Archeoclub e la sezione jesina di Italia Nostra: si tratta di nove aperture della chiesa di San Marco con percorsi didattico-illustrativi per il periodo maggio-luglio.

Appartenuta inizialmente ai Benedettini, successivamente fu donata ai Frati Minori Conventuali, che la rinnovarono nelle sue forme attuali, con tre ampie navate, nel corso della seconda metà del XIII secolo la chiesa di San Marco è stata oggetto di interventi di risanamento conservativo nel biennio 1998- 2000.

«L’apertura è affidata alle suore Carmelitane dell’attiguo convento, sia per quanto attiene la celebrazione dei matrimoni e delle altre funzioni religiose, sia nelle occasioni in cui viene utilizzata per iniziative culturali – spiegano gli uffici -. La chiesa di San Marco è uno degli edifici di maggior valore storico-culturale del patrimonio comunale e custodisce uno dei più interessanti esempi di pittura di scuola giottesca delle Marche: da qui l’interesse per la sua valorizzazione e promozione della fruizione pubblica ai fini dell’arricchimento della proposta turistico-culturale nonchè per consentire alla cittadinanza di conoscere il proprio patrimonio storico e artistico».

La chiesa di San Marco sarà la location anche di un altro evento dedicato al sommo poeta, nel periodo da qui all’estate.

Nell’ambito di un accordo sottoscritto con il MarMuseo d’Arte della città di Ravenna -, nell’ambito della mostra “Gli occhi e la mente. L’arte al tempo dell’esilio di Dante”, sarà realizzato e proiettato un video con le immagini degli affreschi trecenteschi, proprio nella struttura religiosa, realizzati da Giuliano da Rimini.

(e.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Lascia un commento
0 0 voti
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments


Meteo Marche

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x