Connect with us

Cronaca

JESI / Cyberbullismo, al “Galilei” confronto sul lato oscuro della rete

video lezione cyberbullismo galilei

Video lezione per informare genitori, docenti e studenti: ospiti d’eccezione gli esperti Andrea Bilotto ed Elena Galante

JESI, 18 febbraio 2021 – Dal cyberbullismo al sexting, il lato oscuro della rete, la selfie syndrome, sono alcuni dei temi di punta trattati dall’esperto Andrea Bilotto ospite d’eccezione insieme alla dottoressa Elena Galante all’Istituto di istruzione superiore Galileo Galilei grazie al team prevenzione bullismo e cyberbullismo guidato dalla professoressa Barbara La Rossi in collaborazione con la professoressa Daniela Fiorentini. Una video lezione per informare e formare genitori, docenti e studenti sui giovani e le tecnologie.

Elena Galante
La dottoressa Elena Galante

Come tutelarsi, ma anche come poter aiutare i ragazzi a tutelarsi dal bullismo e dal cyberbullismo, e soprattutto si è parlato di quali sono le insidie e i pericoli legati al web e ai social.

Bilotto, esperto che ha collaborato nella legge 71/2017 che disciplina l’Europa, ha anche accennato al disegno di legge in materia che dovrebbe entrare in vigore nei prossimi mesi. Dal tempo medio di connessione degli adolescenti di circa 6 ore al giorno alla dipendenza dai cellulari e videogiochi sono temi che spaventano, ma che in questi mesi retaggio del lockdown e dell’emergenza sanitaria hanno fatto da padroni nella vita degli adolescenti e le cui conseguenze si protrarranno nel tempo.

Andreoli immobiliare 01-07-20

«Circa 6 ore al giorno, che se si sommano diventano all’incirca 2 mesi all’anno», ha esordito Bilotto parlando di tempo medio di connessione degli adolescenti.

video lezione cyberbullismo galilei

In tutto questo poi subentra la solitudine, il vuoto sociale dei ragazzi: «Questi adolescenti si sentono sempre più soli, a volte anche depressi e insoddisfatti e questo non li rende più felici» ha spiegato Bilotto al suo variegato pubblico. E poi: «Le onde elettromagnetiche che possono portare a lungo termine conseguenze molto forti».

Potenziali danni che potrebbero diminuire con alcune accortezze, vale a dire «spegnendo il cellulare, il modem e tutto quello che è collegato al wifi prima di andare a dormire».

Buone prassi dunque ma anche argomenti di estrema attualità dove i nativi digitali si confrontano con la generazione precedente, quella dei genitori, che spesso si sentono «delegittimati, inesperti e fanno fatica a stare al passo con i propri figli».

Informarsi in questo mare magnum è la prima regola, soprattutto in un mondo dove gli adolescenti non sono più abituati al “sacrificio” e al “desiderio” di qualcosa riflettendo su quanto i ragazzi siano figli di una società liquida e anaffettiva e di quanto invece sia importante desiderare qualcosa per creare passioni.

Riflessioni e spunti importanti non sono mancati neanche lo scorso 11 febbraio nell’ultimo ciclo di incontri tenuti da un’altra illustre esperta, la dottoressa Elena Galante, questa volta rivolti agli studenti.

video lezione cyberbullismo galilei

Con il titolo “Creiamo…non abbassiamo la guardia” la Galante, che collabora da anni con il Centro Ateneo per la Ricerca Educativo-Didattica (Cared) della Liuc Università Carlo Cattaneo, ha impreziosito l’istituto con argomenti di attualità molto sentiti dai giovani in questo periodo: collaborazione, responsabilità, empatia, introspezione, autostima, motivazione, ma anche obiettivi per il biennio, mentre per le classi terze si è parlato di “strategie pratiche” per migliorare il proprio grado di autostima e auto efficacia.

video lezione cyberbullismo galilei

Docenti e studenti hanno seguito con attenzione trovando diversi spunti da mettere in pratica.

«È sempre un onore e un piacere aiutare i ragazzi a riflettere – ha evidenziato la dottoressa Galante – su temi importanti per la crescita personale. Gli studenti che hanno partecipato, pur essendo molto giovani, si sono messi in gioco interagendo nonostante gli incontri si siano svolti a distanza. Ringrazio di cuore la scuola e i docenti per avermi coinvolto nel progetto. Prossimo passo la serata dedicata ai genitori, il 15 marzo».

«Una grande soddisfazione aver potuto condividere con la comunità scolastica queste tematiche di grande attualità che oggi sempre più affliggono i giovani che vanno aiutati a costruirsi un proprio percorso di consapevolezza» ha dichiarato il numero uno dell’Iis Galilei, Luigi Frati, che solo il 9 febbraio scorso aveva ospitato l’evento nazionale #cuoriconnessi per la sensibilizzazione delle nuove generazioni all’uso corretto di Internet e ai pericoli legati bullismo e al cyberbullismo in collaborazione con la Polizia di Stato.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche