Connect with us
TESTATA -

Attualità

JESI / ELETTO IL PRIMO CONSIGLIERE COMUNALE GIOVANE AGGIUNTO (foto)

Nuova figura prevista dallo Statuto: Thomas De Alcubierre si insedierà ufficialmente nell’assise cittadina di gennaio

JESI, 17 dicembre 2019 – Eletto ieri il primo consigliere comunale giovane aggiunto.

L’articolo 26 dello Statuto Comunale di Jesi proposto dalla consigliera e vicepresidente del Consiglio comunale Emanuela Marguccio ha istituito a settembre questa nuova figura, «riconoscendo il diritto ai giovani che frequentano gli istituti di secondo grado della città e residenti a Jesi di eleggere un proprio rappresentante chiamato a partecipare attivamente ai lavori del Consiglio comunale con diritto di convocazione alla seduta e con diritto di parola». Ma non potrà votare.

Si tratta di una carica annuale la cui elezione è a opera dei rappresentanti scelti dagli istituti presso la Consulta provinciale degli studenti.

Eletto Thomas De Alcubierre

Ieri matina si sono svolte le prime elezioni. A votare sono stati Caterina Senesi, Francesco Papa, Jacopo Montori, Thomas De Alcubierre, Gaia Grimaldi e Rachele Bonvecchi.

Daniele Massaccesi, presidente del Consiglio comunale, l’assessora al Volontariato e alla Partecipazione Paola Lenti e i consiglieri Tommaso Cioncolini ed Emanuela Marguccio e il segretario generale del Comune Luigi Albano, hanno presieduto all’elezione.

Soltanto i residenti a Jesi possono candidarsi, ma tutti gli studenti degli istituti jesini hanno diritto di voto attivo.

«L’idea è nata per avere una rappresentanza dei giovani direttamente in Consiglio – ha spiegato la vice presidente – e per dare loro la responsabilità che meritano. Non basta ascoltarli, serve lasciarli agire».

Il candidato scelto è Thomas De Alcubierre dell’Iis “Marconi-Pieralisi” che si insedierà ufficialmente al Consiglio comunale di gennaio.

«Sarà a tutti gli effetti un consigliere – ha spiegato Daniele Massaccesi a introduzione  della votazione -, potrà presentare interrogazioni e mozioni e sarà libero di intervenire con stessi diritti e doveri dei consiglieri comunali ma non potrà votare, così come non può farlo il consigliere straniero aggiunto».

Stimolo per la città e per le nuove generazioni

Non simulazioni di Consigli o semplice ascolto, ma un vero e proprio coinvolgimento istituzionale: «Sarà così possibile una partecipazione assidua ai lavori delle commissioni, così che i giovani vengano a una conoscenza diretta di informazioni importanti sulle problematiche cittadine».

Un nuovo stimolo alla città, ma anche alle giovani generazioni che potranno diventare protagoniste del futuro che spetta loro.

Tommaso Cioncolini ha parlato della possibilità di far decorare alle scuole quello che sarà il muro della gentilezza nelle vicinanze del Liceo Classico, proponendo una prima idea per coinvolgere De Alcubierre e tutta la Consulta provinciale con cui la figura del neo-consigliere garantisce un contatto.

«Sono felice di aver assunto questo ruolo – ha detto subito dopo l’elezione De Alcubierre -, soprattutto perché si tratta di una figura nuova che spero di rappresentare al meglio».

Elisa Ortolani

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
 
 


Meteo Marche