Connect with us

Attualità

JESI / NELL’EX TRIBUNALE LA TERZA EDIZIONE DEL FESTIVAL DI FOTOGRAFIA “EFFEUNOFEST”

JESI, 20 agosto 2019 – Una location davvero bella quella della terza edizione del Festival di fotografia Effeunofest. Organizzata dal Fotoclub effeunopuntouno di Moie la manifestazione si terrà a Palazzo Honorati Carotti, l’ex tribunale di Jesi chiuso da tempo.

Un palazzo storico, rinascimentale, ospiterà la manifestazione fotografica che nelle precedenti edizioni si teneva a Villa Salvati a Pianello. A causa del maltempo dello scorso giugno, il viale alberato di Villa Salvati non è sicuro. Per questo motivo il club fotografico si è visto costretto a cercare un’altra soluzione che fosse all’altezza della manifestazione, sempre molto seguita da appassionati, cui partecipano fotografi e professionisti di livello.

«Ci siamo riuniti per confrontarci su delle proposte e per fortuna questa dell’ex Tribunale, palazzo bellissimo che conosco molto bene, è andata a buon fine – spiega Giuliano Belardinelli, presidente del Fotoclub -. L’evento gode del patrocinio dei Comuni di Jesi, Monte Roberto e Castelbellino».

Tra gli ospiti dell’edizione ci sarà Emanuele Scorcelletti, nato in Lussemburgo da padre jesino e cresciuto a Parigi, fotografo ufficiale per anni del Festival di Cannes. «Il Festival sarà inaugurato il prossimo 5 settembre alle 18 alla presenza degli autori – continua Belardinelli – e fino al 15 settembre ospiterà mostre di fotografi nazionali, internazionali e del territorio, a cui sono affiancati eventi, workshop fotografici, incontri con gli autori, letture portfolio e un concorso fotografico a tema». Parteciperanno all’evento Piero Principi, Massimo Mazzoli, Irene Rinaldi solo per citare i fotografi che seguiranno i workshop.

«Ospiteremo quest’anno Alessandro Tesei e Pierpaolo Mittica, autori del documentario “The Zone“, che sarà proiettato. Il lungometraggio offre un punto di vista differente sulla zona radioattiva di Chernobyl».

Realizzato con la collaborazione dell’associazione Mondo in Cammino, prodotto dalla casa di produzione indipendente jesina Subway, il documentario è girato nella grande città fantasma di Prypiat, che all’epoca dell’incidente contava circa 50mila abitanti che, però, non hanno fatto più ritorno.

Eleonora Dottori

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Advertisement
loading...
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.