Connect with us

Attualità

JESI / Sciopero per il clima, studenti e studentesse: «Privati del futuro»

Si sono poi diretti verso i giardini pubblici e altre aree verdi della città dove hanno raccolto i rifiuti gettati a terra

JESI, 9 ottobre 2020Piazza Pergolesi si è riempita stamattina di tanti studenti e studentesse, di diverse scuole superiori della città, che hanno risposto alla chiamata di Fridays for Future Italia.

«Il mondo sta soffocando – hanno detto i ragazzi del collettivo Corto Circuito poco prima di spostarsi ai giardini pubblici -. La responsabilità verso l’ambiente non viene sentita da tutti nello stesso modo. Non esiste alcun piano B: system change not climate change!». Una sensibilità che, invece, le giovani generazioni sentono: dopo il ritrovo in centro si sono diretti verso l’area verde di viale Cavallotti dove, armati di guanti e sacchi, hanno raccolto quel che era stato gettato  a terra. La manifestazione si è svolta sotto l’attenzione della Polizia, c’era anche il commissario Pietro Sica, dei Carabinieri e della Polizia Locale. Ragazze e ragazzi si sono poi diretti in altri spazi verdi per pulire. Durante il tragitto sono state diverse le persone che a piedi, o dalle automobili, hanno solidarizzato con la loro azione.

«Puliamo gli spazi verdi, almeno non saremo ricordati solo per le cose cattive» ha detto uno di loro mentre venivano consegnati sacchi e guanti.

Perché temete di essere ricordati per le cose cattive?

«Perché c’è pessimismo verso i giovani da parte di quelle generazioni che di fatto non ci hanno garantito un futuro – spiega Federico La Barbera (foto in primo piano), 18 anni jesino, studente al quinto anno del Liceo delle Scienze Umane -. In generale non sono interessati a noi».

Quali sono le azioni che come singolo intraprendi?

«A casa con mia madre abbiamo sostituito la plastica usa e getta, come per le bottiglie dell’acqua, prediligendo il vetro. Credo comunque che al di là delle azioni del singolo, debba essere la politica a dover prendere decisioni volte a contrastare il riscaldamento globale».

Secondo te la città in cui vivi è attenta all’ambiente?

«Credo che Jesi debba fare più attenzione al verde e che il diserbo delle mura cittadine sia assolutamente superfluo e dannoso».

Sciopero globale per il clima jesi ottobre 2020 (16) Sciopero globale per il clima jesi ottobre 2020 (15) Sciopero globale per il clima jesi ottobre 2020 (14) Sciopero globale per il clima jesi ottobre 2020 (13) Sciopero globale per il clima jesi ottobre 2020 (12) Sciopero globale per il clima jesi ottobre 2020 (7) Sciopero globale per il clima jesi ottobre 2020 (8) Sciopero globale per il clima jesi ottobre 2020 (10) Sciopero globale per il clima jesi ottobre 2020 (11) Sciopero globale per il clima jesi ottobre 2020 (6) Sciopero globale per il clima jesi ottobre 2020 (5) Sciopero globale per il clima jesi ottobre 2020 (4) Sciopero globale per il clima jesi ottobre 2020 (3) Sciopero globale per il clima jesi ottobre 2020 (2) Sciopero globale per il clima jesi ottobre 2020 (1)
<
>

Anche lo scorso anno tanti studenti e studentesse hanno aderito allo Sciopero globale per il clima, dimostrando la sensibilità di una generazione che chiede un futuro sostenibile e solidale.

(e.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.