Connect with us

Lettere & Opinioni

MAIOLATI SPONTINI / «A proposito di mala amministrazione»

MAIOLATI SPONTINI, 24 febbraio 2020 – Dopo le ultime affermazioni rilasciate dal Sindaco Consoli credo sia opportuno fare alcune precisazioni.

Si comprende la difficoltà di dare alcune spiegazioni come quella della mancata partecipazione al bando Ministeriale sull’efficientamento energetico, ma non si può accettare, né credo sia corretto che tutto venga attribuito “alla situazione disastrosa a livello di bilancio”.

Siccome questa affermazione ricorre spesso e viene riportata come un ritornello nei contesti più svariati, credo sia il momento di fare un po’ di chiarezza sui conti del comune lasciati dalla Amministrazione Domizioli.

Innanzi tutto credo sia necessario rassicurare i cittadini che non c’è alcun buco di bilancio o debito”, come qualche neo amministratore va spesso affermando.

Questo per il semplice motivo che un comune non può avere tecnicamente “buchi di bilancio”, altrimenti sarebbe commissariato.

Questo a maggior ragione per un comune come quello di Maiolati Spontini che non ha nemmeno debiti essendo nella condizione di avere zero mutui (questa è l’unica forma di indebitamento consentita ai comuni a certe condizioni).

Altra cosa da spiegare è che l’Amministrazione Domizioli ha lasciato importanti risorse da destinare ad investimenti, vedi l’avanzo di bilancio competenza 2018 pari a 1.287.000 € (1 milione da destinare però al completamento polo scolastico), vedi accantonamenti diversi, vedi il canone erogato dalla discarica nel corso del 2019 che risulta superiore di qualche centinaia di migliaia di euro rispetto alla cifra impegnata.

Questo è certificato dagli atti consiliari (approvazione consuntivo 2018) e da diverse variazioni di bilancio della Giunta Consoli (esempio quella dove si delibera l’acquisto di un nuovo pulmino scolastico).

Quindi credo non sia corretto affermare di risorse completamente assenti a causa di mala gestione amministrativa compiuta fino ad allora”.

Per quanto riguarda il bilancio corrente la situazione lasciata era chiara nella misura della dipendenza dalla discarica, basta leggere la relazione del Sindaco allegata al bilancio di previsione 2019 approvato a marzo. Venivano chiaramente riportate e dettagliate le difficoltà derivanti dalla chiusura dell’impianto e si sollecitava contemporaneamente a completare l’ultimo intervento di manutenzione sulla copertura.

A ulteriore riprova basta ricordare che in ogni occasione in cui il Sindaco sottolineava questa eventualità veniva accusato di allarmismo e di strumentalizzazione.

Infine è opportuno evidenziare quanto emerso nella recente Commissione Consiliare Territorio Ambiente del 7 febbraio scorso e cioè che al 31/12/2019 risultavano ancora circa 11.000 mc residui della discarica. Questi in termine di risorse non sono proprio briciole per il bilancio 2020 in fase di elaborazione.

Tutto questo per oggettività e trasparenza nei confronti dei cittadini.

Umberto Domizioli, ex Sindaco Maiolati

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   

La Fenice - cremazione animali


Meteo Marche