Connect with us

Lettere & Opinioni

APIRO / La soddisfazione di “Proteggi-Amo Apiro e Dintorni”

Il Comitato sottolinea come stia rispettando gli obiettivi della terzietà e del non ricorrere al Tar contro la realizzazione della discarica

APIRO, 11 marzo 2021 – Il direttivo del Comitato Proteggi-Amo Apiro e Dintorni a suo tempo formatosi è stato ed è, la fusione, la condivisione e la partecipazione attiva di specifiche competenze, unitesi al fine unico ed imprescindibile della tutela dell’ambiente e nel caso specifico di Apiro e Dintorni. 

Le linee guida base a suo tempo condivise e sposate dal Comitato prevedono come condicio sine qua noncondividere l’obbiettivo in terzietà e non ricorrere al Tar o intraprendere iniziative legali per emulazione.

Condividere l’obbiettivo in terzietà, ovvero bloccare la discarica insieme ad amministrazioni comunali ed enti vari che condividono l’iniziativa pur muoversi liberamente senza dar adito a dubbi “legami”. L’aver intrapreso tale strada, con il giusto e sano spirito ambientalista, ci ha condotto ad unirci ad altri comitati e a tutti coloro che, nell’intento di non cercare di salvare solo se stessi a discapito di altri, considerano l’ambiente un bene comune con l’intenzione della sua più ampia tutela, maggiormente in questo caso, dove i territori destinati ad una istituzionale programmata distruzione ambientale, potrebbero non essere proprio sotto casa loro. 

Non ricorrere al Tar o intraprendere iniziative legali per emulazione, per esperienze già vissute in materia, per inutili, sterili e costosi ricorsi in carico anche agli iscritti, evitando la pur necessaria ricerca spasmodica di sovvenzionatori e/o ricorrere ad antipatiche forme di questua dove si chiede senza dare risultati in cambio. L’attuale programma provinciale, indirizzato all’individuazione dei siti idonei a ricevere una discarica, tuttavia contestabile nella sua finalità per modalità e tecnologie adottate, non presenta bug di procedura e di conseguenza diventa ancor più inattaccabile se si mantengono livelli di genericità. 

Le modalità attuate e le iniziative intraprese dal nostro Comitato (vedi l’operato con la Regione e altri Comitati), che ci vedono e vedranno coinvolti in prima linea nel cercare l’alternativa ad una discarica provinciale come fino ad ora strutturata e concepita, confermano ed avvalorano il nostro percorso, pur da alcuni tanto denigrato e tanto più dimostratosi corretto e vincente.

Stiamo appassionatamente lavorando al raggiungimento di un’altra tappa con l’idea, che da sempre ci dà forza e stimola, che nessuno è profeta in patria.

Il direttivo del Comitato “Proteggi-Amo Apiro e Dintorni”

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche