Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / Scuola “Marco Polo”: «Perso tempo a discapito di famiglie e ragazzi»

Il capogruppo in consiglio comunale Balducci attacca la giunta pentastellata

FABRIANO, 30 dicembre 2021 – Dopo la sentenza del Tar delle Marche che ha accolto il ricorso della ditta che si era aggiudicato l’intervento di adeguamento sismico della scuola Marco Polo, resta altissima la tensione politica in città.

La maggioranza pentastellata scricchiola con le dimissioni formalizzate oggi dal consigliere Passari (leggi l’articolo) ed i i dubbi e riflessioni comunicate via social dalla consigliera (anche lei di maggioranza) Roberta Stazi.

Andreoli immobiliare 01-07-20

C’è però chi come il capogruppo Dem in consiglio comuanale Balducci attacca a testa bassa l’amministrazione Santarelli. «La sentenza del TAR sul ricorso presentato dalla ditta aggiudicatrice dell’intervento di adeguamento sismico della Scuola Marco Polo contro il Comune di Fabriano per l’annullamento in autotutela dell’aggiudicazione dei lavori medesimi – spiega Balducci – ha messo fine alla “caccia alle streghe” tecnico-politica iniziata da questa amministrazione. Nel merito la sentenza ha demolito, in talune situazioni anche schernito, la posizione di questa amministrazione riconoscendo totalmente le ragioni di chi ricorreva».

In piedi, al centro, il capogruppo Dem Giovanni Balducci

«C’è da essere soddisfatti perché in ragione di tale pronunciamento del Tar si è “recuperato” il finanziamento ministeriale di 1.330.000,00 euro – osserva l’esponente del Partito Democatico – nel contempo vi è da essere estremamente critici perchè si è perso del tempo a discapito delle famiglie e dei ragazzi che frequentavano quella scuola: per loro il disagio c’è, c’è stato e ci sarà ancora».

«Vi sarà da recuperare del tempo per rispettare il termine per la realizzazione dell’opera di ricostruzione – osserva il capogruppo PD – esiste un termine finale per il completamento dell’intervento: rimane questo termine a pregiudicare il finanziamento».

«Non è credibile che un’amministrazione incapace di gestire politicamente queste criticità possa avere la capacità di risolverle – conclude attaccando Giovanni Balducci – di dirimere questa problematica poichè sono le scelte fatte da questa amministrazione ad averla determinata».

(Redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi