Connect with us

Cronaca

JESI / Biodigestore, ritardi e Provincia: Legambiente si rivolge al Presidente Cerioni

In una lettera aperta espresse perplessità da Francesca Paolini, a nome del Circolo “Azzaruolo”, sulla mancata realizzazione di un piano di gestione dei rifiuti

JESI, 22 novembre 2020Francesca Paolini, presidente del Circolo Legambiente Azzaruolo, in una lettera aperta indirizzata al presidente della Provincia – e Sindaco di Cupramontana – Luigi Cerioni, esprimendo  perplessità  di fronte «ai ritardi che si stanno verificando nella realizzazione e attuazione di un buon piano di gestione dei rifiuti», ne sollecita un «rapido percorso».

Nel merito, sottolinea come l’Ata, «l’Assemblea Territoriale d’Ambito istituita ai sensi di una legge regionale del 2009, si costituisce formalmente con atto statutario nel giugno 2017 e tra gli obiettivi di governo del servizio c’è la gestione integrata dei rifiuti nell’ambito dei Comuni appartenenti, secondo criteri di efficienza, economicità, trasparenza e sostenibilità ambientale».

Francesca Paolini - circolo Azzaruolo

Francesca Paolini

Ma sono passati più di tre anni «da quell’atto costitutivo e ancora non vediamo approvato il piano d’ambito necessario per il raggiungimento degli scopi statutari ed in particolare sull’esigenza di realizzare un biodigestore anaerobico per la gestione dell’organico, si è bloccati sul sito dove esso sarà ubicato».

Andreoli immobiliare 01-07-20

Le conseguenze, pertanto, derivate da «queste lungaggini comportano sia che i nostri rifiuti organici continueranno a essere conferiti fuori regione con relativi costi ambientali ed economici sia che ormai si è perso il finanziamento statale per la realizzazione del biodigestore».

Luigi Cerioni

«Tempi così lunghi sono un onere ambientale ed economico elevato per la comunità e chiediamo se ci sono sufficienti certezze che la decisione di affidare la costruzione e gestione del biodigestore “in house”, non rischi ulteriori ritardi a seguito di immancabili ricorsi; come sta succedendo nella decisione di andare verso un gestore unico della raccolta: bloccata dal Consiglio di Stato». 

«Ribadiamo la richiesta a Lei ed ai Sindaci dell’assemblea Ata Rifiuti di scelte rapide  per superare le problematiche ambientali che attualmente sussistono ed abbattere i relativi costi che gravano sui cittadini».

«Certi di un Suo impegno in questa direzione – conclude Francesca Paolini rivolgendosi al presidente Luigi Cerioni- Le porgiamo i nostri migliori auguri, sottolineando la nostra disponibilità affinché si arrivi a una efficace, efficiente e sostenibile gestione del ciclo dei rifiuti».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento
0 0 vota
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

parafarmacia gocce di salute


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x