Connect with us

Cronaca

JESI / I murales di Largo Allende “chioppano”, un pericolo?

Largo Allende
Andreoli immobiliare 01-07-20

Il clima delle diverse stagioni li sottopone a dilatazioni e restringimenti che determinano un continuo scricchiolio, il rischio che cadano in pezzi

JESI, 11 novembre 2021 – M’è capitato che proprio nella sede comunale sono stato accostato da un signore che era in attesa di parlare con il Sindaco, mi dice il perché e chiede collaborazione.

Andreoli immobiliare 01-07-20

Il problema è delicato e vecchio di 11 anni, cioè dall’anno in cui, per la prima volta, il condominio di 120 proprietari in zona Largo Allende di Monte Tabor, ha denunciato movimenti sospetti dei due grandi e straordinari murales inaugurati nel 1984 in omaggio al sacrificio di Allende e di tutto il popolo cileno in seguito alla dittatura imposta dalle forze armate di quella nazione.

I murales, realizzati da rifugiati cileni, sono enormi: hanno un’altezza di circa 12 metri, una larghezza di due e uno spessore di 3 cm. Un tabellone di cemento armato “aggrappato” con opportuni ganci alle due pareti a sud-ovest del grande edificio di Largo Allende.

Le pareti sono di foratoni e il clima delle diverse stagioni sottopone i tabelloni a dilatazioni e restringimenti che determinano un continuo scricchiolio o, come dicono gli abitanti dei dieci appartamenti più direttamente interessati,“chioppano”.

Quando, negli anni ’80, il numeroso condominio diede l’autorizzazione, il patto fu che manutenzione ed eventuali problemi annessi, sarebbero stati a carico del Comune. Di qui l’appello al Comune già nel 2010, e più volte rinnovato, con lettere e, verbalmente, fino ai giorni nostri.

Si chiede che i murales siano tolti e che, dopo un nuovo intonaco della zona, i due capolavori siano di nuovo realizzati da un artista di valore, possibilmente riproducendo le immagini che tutti conosciamo e che sono molto significative: scoperta dell’America e Resistenza dei cileni alla dittatura. Insomma, si rischia seriamente di perdere due capolavori storici perché, sempre a detta del mio informatore che appare molto preoccupato per quello che potrebbe accadere (disturbi a parte per i fastidiosi rumori): la possibile caduta di pezzi di cemento in zona frequentata da pedoni e auto.

Insomma, ci troviamo di fronte, da una parte, a giuste istanze di cittadini che si appellano al “pacta servanda”, dall’altra al rischio di perdere due capolavori. I quali però, secondo i protestatari, prima o poi si frantumerebbero e cadrebbero a pezzi in assenza di qualsiasi intervento.

E’ possibile evitare il disturbo dello “schioppamento” e insieme, salvare i murales? E’ il tema che hanno di fronte tecnici di diverso livello. Gli interessati lamentano il fatto che nessuna Amministrazione ha mai reagito in alcun modo alla loro richiesta. Forse sarebbe stato opportuno, se non è stato mai fatto, che fossero stati mandati esperti a considerare da vicino lo status dei due grandi affreschi che, del resto, sono esposti al sole, alle piogge, al vento, al caldo, al freddo ormai da ben 37 anni. Oltre agli interessati, un sopralluogo fatto a regola d’arte è comunque richiesto dai tanti anni trascorsi.

Naturalmente l’augurio è che si possano salvare i due capolavori e insieme venire incontro alle famiglie che protestano non da oggi.

Vittorio Massaccesi

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  
    

news

Attualità55 minuti fa

Falconara / Conduttura interrata per risolvere gli sversamenti

Il sindaco Stefania Signorini annuncia con soddisfazione che la Giunta ha scelto il progetto più efficace e meno impattante per...

Cronaca3 ore fa

Mergo / Passaggio a livello, divelta una sbarra

Cause ancora da accertare, sul posto i Carabinieri della Stazione di Moie e i tecnici di Rfi Mergo, 30 gennaio...

Opinioni4 ore fa

Jesi / TdM: pronto soccorso tra accessi impropri e barelle nei corridoi

Sopralluogo stamattina di Pasquale Liguori, coordinatore del Tribunale del Malato Jesi, 30 gennaio 2023 – Per chi ancora mettesse in...

Teatro Pergolesi Teatro Pergolesi
Eventi5 ore fa

Jesi / Dal “Piccolo” al “Pergolesi” un week end di grande teatro

Sabato in scena a San Giuseppe “O Dio mio”, domenica sul palcoscenico del Massimo jesino “Paradiso XXXIII” ha superbamente inaugurato...

Sport7 ore fa

Rugby Jesi ’70 / Contro Formigine pari acciuffato in extremis

Al “Latini” i Leoni raggiungono il quindici emiliano sul 17-17: «Ora la pausa, poi Siena e Imola come antipasto alla...

Alta Vallesina8 ore fa

Fabriano / Arteconi e Armezzani bocciano bilancio e operato giunta

I due consiglieri di minoranza di Fabriano Progressista puntano il dito contro il bilancio approvato martedì Fabriano, 30 gennaio 2023...

Cronaca8 ore fa

Jesi / Domani sospensione del servizio idrico, ecco le vie interessate

Per i lavori di manutenzione programmata da parte di Viva Servizi dalle 14 alle 18 circa Jesi, 30 gennaio 2023...

Alta Vallesina9 ore fa

Fabriano / Ciclista inseguito e morso da un pastore maremmano

La Polizia ha subito individuato il proprietario dei cani, che è stato segnalato per omessa custodia di animali di Redazione...

Cronaca12 ore fa

Jesi / Malore alla fermata del bus

Soccorso anziano in via Mura Occidentali da un’ambulanza della Croce Verde, si è seduto in attesa dei soccorsi di Redazione...

Cronaca14 ore fa

Jesi / Ripa Bianca: danneggiata la via di accesso ma c’è il progetto di recupero – VIDEO

La piena dell’Esino dello scorso fine settimana ha causato ancora criticità, un problema di erosione presente da tempo, lavori sulla...

Meteo Marche