Connect with us

Eventi

Jesi / Travolti dalla magia senza tempo di “Grease”  – VIDEO

Andreoli immobiliare 01-07-20

Il musical capolavoro messo in scena da diversi lustri dalla Compagnia della Rancia ha riempito il Teatro Pergolesi, colpo d’occhio mai visto da quando lo spettacolo dal vivo è tornato ad essere libero  

Jesi, 26 settembre 2022 – Andiamo a raccontare i sorrisi da emoticon, occhi a palla a seguire incantati e mezzi cecati, le luci stroboscopiche, bambini che ballavano in platea, nei palchi, inarrestabili.

Al loro fianco, le giovani madri, in trance greasiana, che ballavano tutto, anche i momenti di recitazione, esse stesse tarantolate con accanto i mariti/amici/amanti che si dimenavano come quando c’era un’agitazione sindacale ma i sindacalisti erano Lama, Carniti, Benvenuto, gli anziani che avevano la carica dentro per ripetere certi balli e ritmi lontani ma, sai, l’ernietta, la sciatalgia, i reumatismi soprattutto mentali, gli permettevano di partecipare alla festa solo con l’apporto di applausi di gente intorno a me, me compreso.

Ma sì, parlo di “Grease”, un musical capolavoro messo in scena da diversi lustri dalla Compagnia della Rancia, e che ha riempito il Pergolesi, quasi in chiusura di Festival, in ogni ordine di posti, un colpo d’occhio mai visto in questi ultimi tempi, soprattutto da quando lo spettacolo dal vivo è tornato ad essere libero.  

Nonni, babbi ed eredi, questa è una storia fatta coi piedi… giacché la storia talvolta avanza anche a passo di danza”, cantavamo noi Onafifetti. Perché Grease è mania, è antropologia, è un mishmash di danza, musica, brillantina, creato per farci dire che la cultura intergenerazionale ha i suoi picchi ed i suoi “ti ricordi?” e che quelli non li distruggerà nessuno.

Ieri al Pergolesi c’erano, come raccontavo, diversi strati di generazioni e tanti giovani che hanno bisogno estremo di ripercorrere e non di saltare un periodo della nostra esistenza forse accantonato nel cassetto sbagliato. Iniezione, quella di “Grease”, che ha fatto bene a farci ridare – o dare per la prima volta – un’occhiata agli anni Cinquanta, ai ciuffi, alla moda, ai comportamenti, alla brillantina, al dopoguerra che ingigantiva le reazioni e faceva sembrare tutto pieno di colori che vestivano la nostra esistenza.

WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (1)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (2)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (4)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (3)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (5)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (7)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (6)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (8)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (10)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (9)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (11)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (13)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (12)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (14)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (15)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (16)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (17)
WhatsApp Image 2022-09-26 at 15.14.01 (18)
previous arrow
next arrow
Shadow

Saverio Marconi, un genio, il fondatore della Compagnia della Rancia, ripropone, da 25 anni con i suoi artisti, il suo adattamento di questa festa travolgente, sfavillante di luci e di una colonna sonora memorabile, senza parlare del film, che sbancò i botteghini. C’è stato un inserimento creato da Marconi, quello dell’Angelo Rock, un confidente onirico, introdotto nel 2017 in occasione del ventennale della loro versione del musical.

Il brano “Ho bisogno di un angelo” è stato introdotto dalla Rancia per la prima volta al mondo, in una versione teatrale, su gentile concessione di Warner Chappell. Il successo del bravissimo cantante dotato di una voce bellissima e di un fascino che ha preso il cuore, e non solo, delle ragazze in platea, ha fatto sì che l’artista Amerigo Vitiello ci portasse in un mondo anch’esso frenetico e adorante.

Che meravigliosa la Compagnia della Rancia, il risultato è un perfetto lavoro di squadra dalla scenografia, ai costumi, alle coreografie, alle luci, alla regia.

Saverio Marconi mi aveva detto, in una chiacchierata: «Dobbiamo dire ai giovani, e ce ne sono tanti molto talentuosi e adatti al musical, di non tirarsi mai indietro, Grease è una grande metafora del tempo e di quello che ti lascia ma anche un punto esclamativo che puoi trovare, con la fantasia, fra le paginone di quel volume chiamato “Storia del Teatro”».

Poi un lunghissimo bis che raccoglieva un estratto canoro e danzante del musical, che ha coinvolto il pubblico di tutte le età. Incluso chi scrive.

Volti felici e appagati della direttrice generale Lucia Chiatti e di tutto lo staff della Fondazione: eravamo in tanti e ci siamo divertiti. Una iniezione di ottimismo che congiunge e unisce le generazioni.

(foto Binci)

©riproduzione riservata

Condividi
  
    

news

Eventi2 ore fa

Montemarciano / Rinnovata e inaugurata la storica pasticceria “La Delizia”

Il sindaco Damiano Bartozzi ha provveduto al tradizionale taglio del nastro, presenti anche l’ex sindaco Gerardo Cingolani e l’attuale assessore...

Eventi3 ore fa

Cingoli / Domeniche a Santo Spirito tra storia, lettere e arti

Cinque incontri a partire da oggi, alle 17, sino al 12 marzo: con importanti studiosi e artisti per confrontarsi sul...

Alta Vallesina4 ore fa

Basket Femminile A2 / Matelica conquista Ancona, Halley il derby è tuo

Dopo la sconfitta della settimana scorsa, le ragazze di Coach Cutugno tornano a vincere in trasferta Redazione Matelica, 27 novembre...

Cronaca8 ore fa

Jesi / Si accende la tenda dell’imperatore, sul Corso un cielo di stelle

Da ieri le luminarie di Natale, la via del salotto buono cittadino torna a brillare mentre Piazza Federico II celebra...

Cronaca8 ore fa

Jesi / New BaskIn, gli Angeli del basket scendono in campo

Al Circolo Cittadino la presentazione dei 31 atleti della nuova Asd jesina e del progetto #Iocisono per sostenitori, nel team...

Cronaca8 ore fa

Jesi / L’indagine sul tempo libero dei nostri giovani

Le prime anticipazioni pongono strade e piazze al primo posto nei luoghi di incontro, ma sono i social a catturare...

Eventi8 ore fa

Castelplanio / Inaugurata la Cantina Albamocco

I titolari Filippo Russotto e Alessandra Venturi si sono trasferiti nelle Marche da giovanissimi e hanno deciso di investire in questo territorio e nella...

Attualità8 ore fa

L’evento / Il Progetto Arca presentato a Berlino

Bruno Garbini: «Orgoglioso dell’interesse suscitato all’Ambasciata d’Italia» durante la “Settimana della cucina italiana nel mondo“ Il Progetto Arca è stato...

Sport8 ore fa

Pallamano A2 / La Macagi Cingoli passa anche a Teramo: undicesima vittoria (21-27)

Gli abruzzesi avevano chiuso il primo tempo in vantaggio ma nella ripresa Strappini e compagni hanno risalito la china e...

Alta Vallesina9 ore fa

Fabriano / Tutto esaurito per “Rapunzel” con Lorella Cuccarini

Lorella Cuccarini: «È la mia prima volta a Fabriano, ed ho trovato il teatro “Gentile” magico,  toglie letteralmente il fiato»...

Meteo Marche