Connect with us

Attualità

JESI / UNA GRANDE FESTA L’ARRIVO DELLA TIRRENO ADRIATICO (foto e video)

“Fly Michele Fly”, l’Aquila degli studenti del Mannucci dedicata a Scarponi

JESI, 18 marzo 2019 – Una grande giornata per la città l’arrivo della sesta tappa della Tirreno Adriatico, quella del Verdicchio e, soprattutto, quella dedicata a Michele Scarponi, tappa che ha visto la presenza dei familiari.

All’Aquila di Filottrano gli studenti del liceo artistico Mannucci hanno dedicato una splendida composizione disegnata sul campo di calcio di Minonna e ripresa dall’alto dalle telecamere Rai: il rapace con con le ali spiegate e un Fly Michele fly.

Tanta gente assiepata lungo il percorso cittadino e tanta soprattutto lungo Viale della Vittoria dove, all’altezza dell’incrocio con via Radiciotti, a due passi dal vecchio ospedale, era posizionato il traguardo.

C200FA42-86FA-4530-A08B-BFFCA5EB9B01 20190318_114743 20190318_144802 20190318_142819 20190318_142821 20190318_145219 20190318_145307 IMG-20190318-WA0012 IMG-20190318-WA0010 IMG-20190318-WA0014 padre di ALEXEY LUTSENKO padre di ALEXEY LUTSENKO con tifose da filottrano 20190318_163207 20190318_163751 20190318_162630 20190318_163942 20190318_162410 20190318_162741 IMG-20190318-WA0020 IMG-20190318-WA0018 IMG-20190318-WA0023 20190318_165028 IMG-20190318-WA0028 20190318_170348 20190318_170814 20190318_170933
<
>
Le immagini Rai per l'opera degli studenti del Mannucci

Già sin dalle 13 era cominciato l’afflusso per farsi via via più intenso a mano a mano che ci si avvicinava al primo transito dei ciclisti. Non solo appassionati, ma praticamente tutti, dalle famiglie, ai bambini, a gruppi di ragazzi, a tante donne.

L’evento è stato di grande richiamo, una splendida vetrina per Jesi e si è svolto senza sbavature tanto che il sindaco Massimo Bacci in un post immediato ha ringraziato quanti si sono prodigati nell’organizzazione. L’attesa del momento clou è stata riempita anche da manifestazioni di contorno. Tra gli aficionados imperterriti, anche il padre di Alexey Lutsenko, il ciclista ucraino dell’Astana che ha vinto la tappa di Fossombrone dopo essere caduto ben due volte: bandiera in mano e tanta passione per il genitore.

Il tempo è stato clemente, benché il cielo minacciasse pioggia le prime poche gocce sono cadute a giochi ormai fatti, a premiazioni avvenute. Sul palco – dopo le premiazioni con il sindaco Massimo Bacci e l’assessore allo sport Ugo Coltorti – anche il presidente del Consiglio comunale, Daniele Massaccesi, che alla fine ha ritirato il labare di ringraziamento alla nostra città da parte dell’organizzazione.

Quindi, via: c’era da smontare tutto e di corsa. San Benedetto stava aspettando.

Pino Nardella

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Meteo Marche