Connect with us

Cronaca

MAIOLATI / La discarica tra delibere, allarmi e rassicurazioni

La chiusura è fissata per il 31 marzo, intanto Comitato e opposizioni sono sul piede di guerra per i ritardi rispetto al cronoprogramma

I consiglieri di minoranza

MAIOLATI SPONTINI, 14 gennaio 2020 – Tornano al centro dell’attenzione le vicende riguardanti la discarica “Cornacchia” di Moie. Alla vigilia delle festività da poco trascorse, la Giunta comunale guidata dal sindaco Tiziano Consoli ha emanato due delibere, la 173 e  174, aventi come oggetto: “Lavori di ampliamento discarica Cornacchia IV stralcio – perizia di variante suppletiva lotto IV e V – modifica del pacchetto di copertura e innalzamento temporaneo quote di abbancamento rifiuti nel rispetto nel rispetto dei profili autorizzati approvata con d.g.c. n. 82 e 83/2019 – aggiornamento schema atto di sottomissione e aggiuntivo e nuovo quadro economico”.

Nessuna modifica alla variante

La pubblicazione di tali atti amministrativi ha subito messo in allarme il Comitato per la tutela e ambiente della Vallesina, preoccupato per un possibile nuovo innalzamento della discarica. Dalla maggioranza è arrivata la rassicurazione a stretto giro di posta. Insieme per i cittadini ha ribadito che non vi sarà alcun innalzamento e modifica della variante già approvata. Inoltre non verranno agganciati ulteriori rifiuti speciali rispetto a quanto già stabilito.

Chiusura il 31 marzo

Possibile nei prossimi giorni un incontro tra il Comitato ed il Sindaco per fare ulteriore chiarezza.  In ogni caso, tra le carte si legge che il termine per la chiusura della coltivazione della discarica è fissato al 31-3-2020, ovvero con tre mesi di ritardo rispetto all’obiettivo dichiarato dalla Sindaco nel giugno 2019. Forse sono stati complessi tecnicismi a far slittare la data, ma intanto Percorso Civico, forza di opposizione rappresentata in consiglio da Irene Bini e Silvia Badiali, lancia la stoccata ponendo domande all’attuale amministrazione: «Mancato rispetto del termine indicato, prorogata l’attività della discarica. Che fine ha fatto il vostro piano industriale sostenibile? Volete vedere che adesso i soldo facili della discarica non puzzano più e si possono usare? Soprattutto quando pensate di informare i cittadini?»

Marco Pigliapoco

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Advertisement
loading...
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.