Connect with us

Attualità

SERRA SAN QUIRICO / Francesco Venturi e la grande amicizia con Achille Lauro

Si sono conosciuti a un concerto, il cantautore ha partecipato alla produzione del libro del 22enne “Tutto di me”, prima raccolta di poesie

SERRA SAN QUIRICO, 11 gennaio 2021 – «Ho conosciuto Francesco circa quattro anni fa a un concerto, la sua è una splendida famiglia da cui ho davvero imparato tanto».

Achille Lauro, Sanremo 2020

Inizia così l’amicizia tra Achille Lauro, noto cantautore italiano, e Francesco Venturi, 22 anni, giovane di Serra San Quirico che nel dicembre scorso ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie, Tutto di me.

«Eravamo nel backstage di un concerto di Gemitaiz a Senigallia. Artisticamente lo amavo già, ma quel giorno ho compreso che persona magnifica fosse. Da allora ci siamo sempre sentiti, mi ha dato il suo numero di cellulare», ricorda Francesco.

«La grande amicizia che ci lega, mi ha portato a credere in lui a tal puntoracconta il cantante nelle sue Stories Instagramda essere parte della produzione del suo libro, insieme con la casa editrice Lab edizioni».

Achille Lauro e Francesco Venturi durante un concerto (2018)

«Ero molto piccolo quando ho scoperto di essere affetto da una brutta malattia, la distrofia muscolare di Duchenne: all’inizio è stato molto difficile da accettare, ma ora ho imparato a scherzarci su», dice il ragazzo.

«Ho scritto questo libro perché vorrei far capire che le barriere fisiche, ma anche quelle mentali, legate a una scarsa autostima, non possono abbattere la voglia di sognare».

«Nella mia vita ho sempre odiato le persone che si avvicinano chiedendoti: Tesoro che ti è successo? Cucciolo che patologia hai? Come se tu fossi una vittima, quando in realtà sei semplicemente uno stronzo come un altro».

«Quello che voglio dire è che io voglio essere trattato normalmente e che, come disse un grande artista, preferisco starti sul c… che farti pena».

«Achille Lauro ha cambiato profondamente il mio modo di affrontare la vita, ho capito che è soprattutto nei momenti di buio che riusciamo a vedere l’arcobaleno. A lui devo anche la scoperta della mia vena artistica. Alla scrittura devo tutto, è il mio mondo».

Disponibile su Ibis, Amazon e Libreria universitaria

All’interno del libro, la prefazione e post prefazione di Achille Lauro, poi tra flussi di pensieri e versi, il racconto sincero e a tratti cinematografico del migliore amico di Francesco, Nicola Pignatale, sul rapporto che li lega.

«Quando leggo le poesie di Francesco rivedo un po’ il me degli inizi, il me che cercava di comunicare un lato di sè, che nessuno conosceva, tramite le parole. Nei flussi di pensiero di Francesco trovo un’incredibile maturità oltre che una lucida analisi della vita, riflessioni che ci accomunano», confessa il cantante.

Achille Lauro parla di Francesco Venturi

«Spero che questo sia un grande passo per Francesco, che lo porti a diventare un autore emergente. Vorrei che questo sia di motivazione per i tanti ragazzi che cercano il loro posto nel mondo».

«In bocca al lupo Francesco, sono sicuro che farai la tua strada».

Nicoletta Paciarotti

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche

Condividi
 
 
Continua a leggere
Lascia un commento
0 0 voti
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x