Connect with us

Alta Vallesina

CERRETO D’ESI / A LEZIONE CON LA NATURA, NUOVO APPUNTAMENTO CON “PARCO ANCH’IO”

Sesto appuntamento per il progetto ideato dal Bagatto Percorsi Creativi

 

CERRETO D’ESI 25 maggio 2019 – “Incontro rivolto a tutti, ma in particolar modo agli insegnanti e agli educatori del territorio”. Questo il claim di “L’educazione in natura”, nuovo appuntamento di “Dove siamo. Incontri nel Parco”, ciclo di incontri inserito all’interno del progetto “Parco Anch’io”. (leggi l’articolo)

Il nuovo appuntamento vedrà protagonista l’esperienza  della scuola dell’Infanzia “Villa del Popolo” di Urbino (poco fuori le storiche mura), che ha sede in una antica villa padronale  e che si trova all’interno di un parco dove la biodiversità, così come la morfologia, rendono concrete le pratiche dell’outdoor education.

I piccoli studenti quindi al centro di un vero e proprio percorso pedagogico teso a renderli protagonisti del proprio apprendimento, con i loro interessi e la loro naturale propensione alla scoperta e alla ricerca autonoma al primo posto. Ambiente esterno quindi come “aula”, esattamente sullo stesso piano di quelle “interne”.

“La nostra scuola – spiegano –  desidera che i bambini possano crescere in un ambiente ricco e stimolante, dove la natura è la migliore maestra ed educatrice. Riconosce ai bambini il loro diritto fondamentale al gioco all’aperto, non considerandoli solo “oggetti di tutela” ma soggetti protagonisti in grado di affinare le loro competenze motorie e cognitive interagendo con l’ambiente e liberando la loro creatività”.

A raccontare l’esperienza di Villa del Popolo ci sarà l’insegnate Enza Galluzzo

60473131_438106086751916_1345601464151572480_n Villa del popolo Villa del popolo 2 60637313_439165283312663_290497788171517952_n
<
>
L'ingresso di villa del popolo

Appuntamento oggi pomeriggio (ore 17) all’interno del teatro Casanova di via Belisario 46.

Penultimo appuntamento sabato prossimo, 1 giugno, ad Arcevia insiema a Marco Scolastici pastore marchigiano che dopo il sisma del 2016 ha scelto una tenda (una yurta tibetana, come raccontanto da Paolo Rumiz per Repubblica.it ) per non abbandonare i suoi animali.

(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.