Segui QdM Notizie

Attualità

Politica Congresso nazionale Repubblicani Europei, Vallesina presente

La segretaria Mre, Luciana Sbarbati: «Aperti al dialogo e verso il Pri ma solo con obiettivi politici e sociali congiunti, con una precisa collocazione nell’ambito del centrosinistra»

di Redazione

Quinto congresso nazionale dei Repubblicani Europei presso l’Hotel Palatino ieri a Roma. Numerosa la delegazione marchigiana e in particolare della zona della Vallesina.

Al tavolo dei relatori la segretaria nazionale dell’Mre, Luciana Sbarbati, poi Katia Mammoli segretaria del partito a Jesi, l’onorevole Niccolò Rinaldi, presidente Mre, e Carlo Cataldo segretario di Roma.

Dal serrato dibattito e dagli interventi si è ribadito più volte l’antifascismo radicale del Movimento.

«L‘Italia ha bisogno dell’Europa e – ha detto Luciana Sbarbati – l’Mre è aperto al dialogo e a una apertura al Pri ma solo con obiettivi politici e sociali congiunti, contro ogni autoritarismo e con una precisa collocazione nell’ambito del centrosinistra».

Numerosi gli interventi di personaggi politici che hanno acceso il dibattito. L’onorevole Vittorio Dotti ha definito la relazione della Sbarbati, «fantastica sia per quanto riguarda la situazione italiana sia sull’apertura a tutti i repubblicani».

Niccolò Rinaldi, presidente Mre, ha sottolineato la importanza del dialogo con le istituzioni europee.


Il congresso elegge le seguenti cariche statutarie, con numerose personalità della provincia di Ancona.

Segretario nazionale: Luciana Sbarbati; presidente: Niccolò Rinaldi; tesoriere: Cristina Ciciani.

Componenti del direttivo: Carlo Cataldo, Katia Mammoli, Luca Serra, Giovanni Calì, Carlo Piroso, Bruno Chiarantano, Mario Sardella, Arrigo Silvestri, Rodolfo Gatti, Valeria Gangemi, Annamaria Urbano, Massimo Belelli.

Membri cooptati nel direttivo sono gli ex parlamentari Adriano Musi, Vincenzo Garraffa, Vittorio Dotti; probiviri: Lamberto Santini, Giorgio Beccaceci, Patrizia Rinaldi.

©️riproduzione riservata

News