Connect with us

Eventi

Jesi / “Grida”: uno spazio nuovo per l’arte in via Pergolesi

Andreoli immobiliare 01-07-20

Inaugurazione con una mostra intitolata “Fotografia e pittura”: al timone Lucia Paciarotti e Matteo Stronati, curatore artistico Davide Zannotti

Jesi, 26 luglio 2022Esci dal locale e subito, a sinistra, c’è il Palazzo della Signoria. E l’ingresso della biblioteca. Giri nella strada, a venti metri ti trovi in Piazza Federico II.

Un momento dell’inaugurazione

Credo sia il centro storico in cui ciascuno vorrebbe lavorare, magari vivere, lontano dai frastuoni ma vicinissimo al “vecchio cuore pulsante” della città. Qui, in questa zona, il “mondo intero”, privati, enti, politici, nelle passate “edizioni” di amministrazioni pluridecorate o monocromatiche, ha provato a fare di tutto per dare quel ritmo, magari lento, che animava o dovrebbe animare, quanti in queste viuzze, chiostri, vicoli bui, palazzi dall’architettura che richiama stili che hanno fatto la storia dell’arte, hanno trovato se stessi e il punto d’orgoglio di Jesi.

Da pochi giorni, in via Pergolesi, al 32 (una volta via degli Orefici), puoi scoprire un’iniziativa che solo i giovani, che hanno dell’oggi una visione non “trattata” da reminiscenze più o meno classiche, un locale, non grande ma che si fa vedere, già pieno di colori e di progetti, prospettive, che si chiama Grida” – inneschi d’arte, inaugurato con una mostra intitolata “Fotografia e pittura”. Direi con un certo successo, l’affluenza del fruitore “giovane” si è fatta subito notare, a loro basta un passaparola, sapere di poter sperimentare visivamente nuove tendenze o ricerca, li carica.

E finalmente! Lucia Paciarotti non ci ha pensato due volte, insieme ad alcuni compagni di viaggio ha deciso di affrontare il rischio di un’avventura che coinvolge soprattutto perché è notevole l’incidenza dei giovani sul nostro (…enni in poi) futuro. Con un amore deciso e preciso verso la propria città.

«Questa avventura, alquanto stramba e insolita per una piccola città di provincia – dice Lucia – per due persone che non si sono mai totalmente immerse nel mondo dell’arte, è nata così, in maniera altrettanto stramba! Un bando della Regione Marche che finanziava la creazione di impresa e la voglia di portare la bellezza dell’arte alla portata di tutti. E che cosa è successo? Alla fine la nostra galleria c’è! Sono ancora un po’ incredula a dire il vero, ma la felicità di un progetto personale che si realizza, dà sempre molta carica! La scelta del nome non è casuale, GRIDA nasce dalla fusione delle parole Galleria Inneschi D’Arte, perché questo è lo spirito che vogliamo animi il nostro spazio, un luogo che accenda sempre qualcosa di coinvolgente per il territorio e per chi entrerà a scoprire le opere…e poi vogliamo guardare lontano, facendoci sentire! È questo l’augurio che facciamo a noi stessi e non solo … gridandolo forte!».

Matteo Stronati è l’altro compagno di viaggio di Lucia.

Perché, Matteo, questa impresa che regala alla città un modo nuovo di vivere e proporre cultura?

«Perché abbiamo bisogno della bellezza e della potenza delle emozioni che l’Arte scatena in noi, soprattutto quando il cielo diventa sempre più grigio, la noia regna sovrana e le tasche si svuotano. E questo può avvenire portando l’Arte al centro di Jesi e da lì cercare di diffonderla in tutti gli spazi pubblici e privati a cui avremo accesso. Proponendo il lavoro e le opere di giovani artisti locali, in primis, aziende che ci possono affiancare, insomma è bello pensare a un comunità che vuole crescere, culturalmente, in ogni settore artistico. Senza essere esclusivi e creando soluzioni alla portata di tutti».

Con Lucia e Matteo al timone, il curatore artistico di Grida è Davide Zannotti, fondatore di “Magazzino d’Arte” e proprietario dell’Hemingway Cafè

Progetti futuri importanti, mi sembra di aver capito… 

«Non è facile nulla di questi tempi, ma l’arte in genere ha dimostrato di avvicinare cuori ed emozioni. Per cui vorremmo diventare un punto di riferimento. Far brillare la Galleria ed arrivare con le nostre opere nelle case, nelle aziende, nelle hall degli alberghi, ai matrimoni e in tutti quei luoghi che non aspettano altro. In vendita, a noleggio, per regalo o per la semplice gioia degli occhi venendoci a trovare».

Giovanni Filosa

(foto Amedeo Paradisi)

©riproduzione riservata

Condividi
  
    

news

Campionati italiani vasca corta finp Campionati italiani vasca corta finp
Alta Vallesina2 ore fa

Nuoto Paralimpico / Assoluti italiani vasca corta, la Mirasole conquista 3 ori

Per la società fabrianese un campionato estremamente positivo: oltre ai 3 ori anche 2 argenti e 2 bronzi Redazione Fabriano,...

Luciano Montesi Jesi Respira Luciano Montesi Jesi Respira
Opinioni3 ore fa

Jesi / Jesi Respira: «Non chiamatelo immobilismo, ma responsabilità»

Luciano Montesi: «Chi ci ha preceduto ha voluto solo giocare ad apparire, senza progettazione e senza visione e sono gli...

Eventi3 ore fa

Cingoli / «Venite adoriamo!», aperta la mostra dei presepi – Foto

Allestita nella Collegiata di S. Esuperanzio e realizzata con materiali di vario generone, questa mattina l’inaugurazione di Nicoletta Paciarotti Cingoli,...

Alta Vallesina5 ore fa

Fabriano / Via Mattarella al buio, l’interpellanza di Pariano

Il consigliere di minoranza commenta: «La mancanza di visibilità potrebbe agevolare episodi di criminalità» Redazione Fabriano, 8 dicembre 2022 –...

lite scuola fabriano lite scuola fabriano
Alta Vallesina6 ore fa

Fabriano / La lite tra studentesse accende il dibattito politico

Per Silvi la coabitazione tra alunni delle superiori e delle medie è un fattore di potenziale criticità Redazione Fabriano, 8...

Marche news7 ore fa

Terremoto / La terra torna a tremare, scossa 4.0

Stamattina alle 8.08 al largo della costa preceduta un’ora e mezza prima da un’altra di magnitudo 3.7 Ancona, 8 dicembre...

Cronaca11 ore fa

Jesi / Senzatetto al Boario, l’assenza di dimora solo la punta dell’iceberg

«Persone seguite da Asp, Asur e Caritas, troveremo una soluzione», spiega l’assessore Samuele Animali e Marco D’Aurizio (Caritas): «Non reggono...

Cronaca11 ore fa

Jesi / Per un’ora e mezza al buio nell’ascensore bloccato del cimitero

«Mi hanno risposto dall’altra parte del numero verde ma dopo 45 minuti ero ancora lì, credevo si fossero dimenticati di...

Scuola martiri della libertà1 Scuola martiri della libertà1
Cronaca11 ore fa

Jesi / Scuola “Martiri della Libertà”, fine lavori marzo 2023

Se le tempistiche saranno rispettate in base all’attuale cronoprogramma, locali arredati con tutto il materiale necessario per la ripresa delle...

Servizio Whatsapp Maiolati Spontini Servizio Whatsapp Maiolati Spontini
Attualità11 ore fa

Maiolati S. / Interrotto il servizio informazioni Whatsapp del Comune

Iniziativa di successo creata nel 2018 per accorciare le distanze tra l’Ente e i cittadini, risulta fermo all’ultimo messaggio del...

Meteo Marche